cavalier king charles

Questo articolo nasce da due episodi. Il primo è il commento di una ragazza: “Vengono organizzati pochissimi seminari dedicati ai cani timidi e paurosi!”. Vero. Il secondo è un episodio di “Dog whisperer”, in cui Millan costringe un alano insicuro a entrare in una scuola con i pavimenti di linoleum...

Costi e rischi di un risultato rapido

In questo episodio, un giovane maschio di alano rifiuta di camminare su superfici lisce. La proprietaria, insegnante, vorrebbe portarlo a scuola, ma il cane rifiuta di entrarci. L’addestratore americano usa un collare a strangolo, chiuso dietro alle orecchie, per costringere il cane a entrare. Il cane si blocca, trema e sbava. Non potendo scappare, non potendo scegliere, inizia a camminare nel corridoio.
Costringere un cane a affrontare le proprie paure (un procedimento detto flooding), può portare a un risultato anche in tempi brevi, ma ha costi e rischi notevoli. Il costo è lo stato di malessere del cane, il suo stress, il tradimento della sua fiducia. Il rischio è che essere sopraffatto dalla situazione elimini in quel momento ogni reazione di timore, ma che in seguito il cane non solo manifesti di nuovo paura, ma che questa sia più intensa (sensibilizzazione allo stimolo), o si manifesti in situazioni in cui prima il cane era sereno (a causa degli elevati livelli di stress).
labrador retriever

gioco lupo cecoslovacco

Le strade alternative

Non condividere un metodo però è troppo facile. Troppo facile dire “non mi piace” o “non funziona”. Quali sono le alternative? Ho cominciato a pensarci questa mattina. Cosa farei se dovessi aiutare un alano con la paura delle superfici lisce? In una condizione ideale, si segue un programma di prevenzione. Alcuni cani hanno una minore stabilità, e tendono quindi a sentirsi insicuri sulle superfici lisce. Prevenire significa riconoscere il problema già nel cucciolo, e sviluppare la sua confidenza, le abilità fisiche, e la fiducia nel proprietario.

Nel caso dell’alano pauroso, ecco alcune possibili strategie:
- applicare al pavimento di casa delle strisce di linoleum. Allargare le strisce quando il cane acquista confidenza. Questo procedimento si basa sull’abitudine: le strisce sono inizialmente così sottili da non far scivolare il cane, e il cane si abitua a toccare quel tipo di superficie senza provare disagio.

- appoggiare la ciotola della pappa su un tappeto di linoleum. Inizialmente la ciotola sarà raggiungibile senza toccare il linoleum, e quindi viene spostata fino a far mettere al cane le zampe anteriori sopra, e infine tutte e 4 le zampe. Questo procedimento si basa sul condizionamento classico: il cane associa il linoleum a qualcosa di molto positivo.

- insegnare al cane a toccare un pezzo di linoleum con una zampa, quindi a starci sopra con due zampe, con 4 e infine a eseguire degli esercizi che gli piacciono. Questo procedimento si basa sul condizionamento operante: è il cane a scegliere di toccare il linoleum con le zampe, e nel farlo ottiene complimenti e bocconi gustosi.

- avvicinare il cane alla situazione, e lasciare che altri cani giochino e si muovano sulla superficie incriminata, lasciandolo libero di scegliere se imitarli o no. Questo procedimento si basa sull’imitazione sociale. Meglio usare dei cani come dimostratori, perché le persone tendono inevitabilmente a avere delle aspettative, e forzare una reazione.

Aiutare il cane, aiutare il proprietario?

Nella scelta del metodo non contano solo i risultati, o il tempo con cui vengono ottenuti. Un risultato può aiutare il proprietario a gestire il cane, a avere meno problemi. Ma può non aiutare il cane a stare meglio, a sviluppare la sicurezza in se stesso, la fiducia nei compagni umani, a dargli degli strumenti migliori per relazionarsi con individui e ambienti diversi.
Il mio primo obiettivo in un programma di riabilitazione è aiutare il cane, non rendere più felice il proprietario. Non è una strategia molto commerciale, ma mi piace pensare di essere la voce del cane.

 

Testo Alexa Capra

Fotografie Daniele Robotti

Tutti i diritti riservati - All rights reserved