HOME >>> http://www.waggingweb.com/

LABRADOR CON PROBLEMI DI SALUTE: RISARCIMENTO LEGALE?
Salve, siamo Paolo e Cinzia,
ci siamo rivolti a voi già un paio di volte per avere consigli sull'addestramento del nostro giovane labrador, ma questa volta chiediamo un vostro aiuto per quanto concerne un caso legale. Il fatto è questo: Ci siamo rivolti per l'acquisto del nostro labrador ad un allevatore amatoriale nella nostra zona (abitiamo nel canton ticino, svizzera italiana).
Premettendo che egli ha un bellissimo , collaudatissimo ed al 99% sanissimo maschio, ci siamo messi in attesa della cucciolata che avrebbe dovuto dare in nostro futuro cane.
Per l'accoppiamento l'allevatore avrebbe dovuto usare il suo campione, ed una bellissima femmina, proveniente da un  buonissimo allevamento inglese, che  lui ha acquistato recentemente.
Le premesse per avere un cucciolo sano c'erano quindi tutte. Se non ché questa femmina non andava mai in calore, e dopo aver aspettato più di un anno, l'allevatore ci ha fatto una proposta. Avrebbe prestato il suo maschio ad una signora, anche lei della zona, in possesso di una femmina proveniente da un allevamento italiano di .....a sentir loro, buon nome, la quale era intenzionata ad iniziare l'attività di allevatrice. Ci era stato assicurato che i controlli del caso erano stati fatti, e che la cucciolata era prevista per luglio, in modo d'avere a disposizione il cucciolo a settembre.
Questo, oltre al fatto che finalmente dopo tanto tempo avremmo avuto il nostro cagnolino, ed al fatto che lo avremmo potuto portare a casa prima dell'inverno e quindi avremmo avuto un po’ di tempo in più per educarlo e  godercelo, con giornate ancora belle, ci ha convinto a non aspettare oltre e prendere il cane da questa signora.
Tutto sembrava andare bene, il cane cresceva bene e noi eravamo contentissimi, pensando anche a quello che avremmo potuto fare con lui nel momento in cui la fase di crescita fosse terminata. La nostra intenzione era quella di usare il cane nel sanitario o nella catastrofe. Questo fino al momento in cui ci siamo accorti che teneva alzata la zampa posteriore dx. Al momento abbiamo associato tale fatto ad una causa traumatica (scivolata su una lastra di ghiaccio). Abbiamo portato il cane dal veterinario il quale, basandosi sul nostro racconto, ed avendo individuato un problema (dolore e gonfiore) a
livello del gomito lo ha sottoposto ad una cura antifiammatoria per una settimana.
Non vi è stato alcun miglioramento, al che il cane è stato sottoposto a controllo radiografico. L'amaro responso......O C D bilaterale!!!!!!!!! Come voi saprete si tratta di un problema genetico e l'unica cura possibile consiste in un intervento chirurgico, al quale in cane è stato sottoposto qualche giorno fa.
Per il momento solo a dx, ma non si esclude un intervento anche a sx. Fosse "solo " per l'intervento,  ci si potrebbe passare sopra, pensando di riavere poi un cane di nuovo sano.
Ma lo saprete meglio di noi questo non sarà possibile. Il nostro piccolo è destinato ad avere sempre dei problemi, non potremmo fare più niente di quello che ci eravamo prefissati di fare con lui, ne corsi sanitari, ne corsi per la catastrofe, neanche lunghe passeggiate in montagna.
Tutto questo per evitare chiaramente ulteriori sofferenze al cane. Ora quello che noi chiediamo è questo. Possiamo ritenerci danneggiati dal comportamento " leggero" che tale signora, ma anche l'allevatore che ci ha indirizzati verso di lei, e che ha intascato ben 2000 fr., hanno avuto nel cercare di mettere su un allevamento senza aver fatto controlli approfonditi sulla genealogia della mamma, e senza aver cercato eventuali tare genetiche.
Possiamo chiedere per legge un risarcimento, che non ci appaga certamente del fatto di avere un cane , a cui noi vogliamo tanto bene che avrà molti problemi crescendo, ma che ci farebbe rientrare almeno in parte delle importanti spese che abbiamo fin ora sostenuto, e che con tutta probabilità dovremo ancora sostenere.
Il nostro cane ha solo 7 mesi, ed è stato più volte lui dal veterinario che  noi dal medico in tutta la nostra vita. Certi di una vostra sollecita risposta vi salutiamo cordialmente
Paolo, Cinzia e Donan
WAGGINGWEB RISPONDE
Cari Paolo e Cinzia, ci dispiace davvero per i problemi di salute di Donan, perché un cucciolone della sua età avrebbe tutti i diritti di correre libero sui bellissimi prati svizzeri, invece di soffrire! Purtroppo le patologie genetiche sono in aumento in tutti i cani di razza, e al momento non sembra esserci una reale volontà di risolvere il problema, da parte di tutti i cinofili (non solo dei club o degli allevatori). Non siamo in grado di darvi un parere legale, non conoscendo la legge svizzera, però ecco le nostre considerazioni sulla questione. La prima è che al momento dell’acquisto del cucciolo sarebbe sempre preferibile stipulare un contratto scritto, e farsi rilasciare una regolare ricevuta del pagamento. Senza questi documenti può essere più difficile ottenere un risarcimento. Come acquirenti, spetta inoltre a voi controllare se i genitori dei cuccioli sono “in regola”. Potete sempre chiedere di vedere i certificati di salute, e decidere se rischiare o meno l’acquisto. Non è così facile, lo so, perché a volte non si è a conoscenza di certe patologie. In alcune patologie inoltre l’ereditarietà non è così semplice, e da cani sani possono comunque nascere cuccioli con problemi (senza considerare la variabile ambientale). Non credo inoltre che possiate rivalervi sull’allevatore che avete contattato, perché l’acquisto non è avvenuto tramite sua mediazione ufficiale. La seconda considerazione è sapere al più presto se la OCD è considerata patologia ereditaria, e come tale inserita nei “vizi redibitori”. Si tratta di problemi di salute che per legge rendono invalido il contratto di acquisto (esempio: una zoppia nel cavallo), se denunciati entro un certo tempo (in Italia, un anno dall’atto di acquisto). In questo caso potete chiedere un parziale rimborso delle spese sostenute per l’operazione o la sostituzione del cane. Questo ovviamente secondo la legge (italiana), perché sono sicura che non avete nessuna intenzione di rinunciare a Donan! La terza considerazione è che Donan è molto giovane, e dovrebbero esserci buone probabilità di un recupero. Anche se oggi vivete una situazione drammatica, con il cane appena operato e in attesa di un ulteriore intervento, è probabile che tra alcuni mesi il cane sia in grado di muoversi senza gravi problemi. La mia Dogue de Bordeaux è stata operata di osteocondrite disseccante del gomito a 8 mesi, e non ha mai più zoppicato, malgrado l’attività fisica e la stazza imponente. Intervenendo così precocemente infatti non dovrebbero esserci successivi problemi di artrosi e artriti. Questa però è una previsione che può confermarvi solo il vostro veterinario ortopedico. Un augurio di cuore a Donan!