HOME >>> http://www.waggingweb.com/

BASSOTTA MORDACE
Anzitutto volevo farVi i miei complimenti per il vostro bellissimo sito, sempre molto interessante e a mio giudizio ben gestito. Vi scrivo per porVi una domanda alla quale non riesco a dare una risposta. Possiedo, o meglio, sono il migliore amico di una splendida bassotta di 3 anni di nome Odessa, la con la quale oltre a passare tutto il mio tempo libero pratico anche agility (small naturalmente). La mia piccola amica è quanto di meglio una persona possa chiedere da un cane, io per questioni di lavoro sono fuori casa dalle 0830 alle 1230 poi torno da lei fino alle 1400 e quindi ci rivediamo alle 1830. Bene, nemmeno da piccolissima mi ha mai dato problemi, non un mobile rosicchiato, non una porta graffiata, non guaisce quando è sola, insomma il ritratto di un cane perfetto, sembrerebbe. ed in effetti fino a che si tratta del nostro rapporto a due lo è, è molto ubbidiente, posso (ma non lo faccio) toglierle ciotola, ossi giochi e quant’altro senza che lei abbia mai dato segni di ribellione. Il problema si presenta con gli altri cani, maschi o femmine che siano, piccoli o giganti, non fa nessuna differenza, lei li morde tutti, ma non per giocare, come le si avvicinano, mostra i denti e poi scatta come un furetto e si lancia sul malcapitato. Per non dire quando ha la sua pallina da tennis in bocca, allora è ( i denti di un bassotto standard non sono quelli di un cane piccolo) veramente pericolosa, ne hanno già fatto le spese, una Beagle ed un labrador, tuti e due finiti dal veterinario.
Anche con gli estranei è piuttosto aggressiva, arrivando in certe situazioni a mordere, apparentemente, almeno per me senza motivo. Io non riesco a spiegarmi tale comportamento da una cagnolina che, con me è quanto di più dolce si possa pensare, mentre con gli altri (anche se va molto a simpatia), sembra un leone. Spero abbiate qualche consiglio da darmi.
Scusate la lettera un pò lunghetta, grazie e buon lavoro
Luca – Savona
WAGGINGWEB RISPONDE
Caro Luca, prima di tutto un saluto a Odessa! Il primo cane che ricordo è una bassottina standard a pelo duro, di nome Uta! I bassotti sono cani nati per cacciare in tana, come alcuni terrier. Immagina in quali condizioni devono poter intervenire: al buio, in un cunicolo stretto, affrontando un animale che si sente in trappola, ed è pronto a difendersi con ogni mezzo. Dell’antico mestiere non è rimasta solo la struttura fisica con le zampe corte, ma a volte anche il carattere piuttosto deciso. Come i terrier, alcuni bassotti tendono a risolvere le proprie questioni personali con i denti. Non ci racconti però qual è l’atteggiamento di Odessa quando aggredisce cani e persone: ha la coda e la testa alte? E’ sicura di sé? Quali sono le sue prime reazioni: abbaia, ringhia, fissa con lo sguardo? A volte i cani di piccola taglia subiscono dei traumi durante gli incontri con altri cani, e la tensione emotiva può portarli ad attaccare per difesa. Anche in assenza di esperienze traumatiche, il cane piccolo può imparare che la migliore strategia per imporsi è mostrare i denti. Al contrario, i cani grandi, tendono a usare il peso del corpo per farsi valere. L’aggressività verso le persone in genere è differente da quella rivolta ai propri simili: cani aggressivi verso i cani possono non esserlo verso le persone, e viceversa. Da quanto ci scrivi però, Odessa sembra aver adottato gli stessi comportamenti con tutti gli estranei sgraditi.
WAGGINGWEB CONSIGLIA
Con un cane di piccola taglia si tende a volte a sottovalutare il problema aggressività. Come hai ben descritto nella tua mail, le conseguenze però possono comunque essere spiacevoli, sia per cani e persone estranee, sia per il cane stesso. Uno degli errori più frequenti con un cane di piccola taglia è cercare di proteggerlo, soprattutto quando è cucciolo. La cuccioletta prova a far rissa con un altro cane, e invece di scoprire che non è una buona idea, c’è sempre “papà” che pensa a metterla in salvo dalle pericolose conseguenze. Con un cane dal carattere deciso, bastano poche esperienze per associare il comportamento aggressivo a un vantaggio (intervento del padrone, ottenere attenzioni, conquistare la pallina, allontanare un cane o una persona che la intimoriscono…). Se Odessa fosse ancora una cucciola, il consiglio sarebbe di lasciarla giocare con altri cani, dandole la possibilità di imparare che i denti non sono sempre la soluzione migliore in una società di cani… Dato che ha ormai 3 anni, e il comportamento è radicato, quello che ti consiglio è affrontare il problema per piccoli passi. Ecco come:
Aggressività verso i cani. Non lasciarle la pallina in bocca quando ci sono altri cani! Quando la porti al parco a giocare, usa dei bocconcini per premiarla quando si comporta bene. Se ha atteggiamenti aggressivi, non dire niente, mettile il guinzaglio e riportala a casa (o in automobile). Smetti di darle attenzione, gioco e libertà ogni volta che ha atteggiamenti aggressivi. Tieni in tasca un giocattolo che adora (dovrebbero andare bene quelli che squittiscono), e richiamala appena la vedi irrigidirsi, fissare e andare direttamente verso un cane. Se non ti ascolta, allontanati. Insegna a Odessa che il gioco continua solo finché si comporta in modo tollerante. Se accetta con più facilità alcuni cani, cerca di farla giocare più spesso in presenza di questi.
Aggressività verso le persone. Evita il più possibile gli incidenti. Spiega alle persone che il tuo cane non ama essere toccato dagli estranei. Il primo passo è insegnare a Odessa a tollerare la presenza di una persona passiva. Approfitta delle lezioni di Agility, chiedi a un conduttore di restare fermo vicino a te, e dai dei bocconcini a Odessa se si dimostra calma e confidente. Non forzarla ad avvicinarsi alla persona, e NON chiedere alla persona di dare bocconcini a Odessa. Questo induce il cane a superare il proprio limite di confidenza, nel momento in cui il cane ha mangiato il boccone, può quindi reagire per stress. Separatamente, lavora a un seduto resta affidabile, abituando il cane a non muoversi anche quando tu muovi braccia, gambe, mani e corpo. Passa quindi a rinforzare Odessa quando rimane seduta mentre l’estraneo si muove. Il risultato che puoi ottenere è avere un cane più rilassato in presenza di persone sconosciute. Lavora sempre con gentilezza, e per piccoli passi.