HOME >>> http://www.waggingweb.com/

PASTORE TEDESCO CHE TIRA AL GUINZAGLIO
Io posseggo un cucciolo (di pastore tedesco) di c.a. un anno. Come tutti i cuccioli è estremamente vivace, però ha il problema di essere molto grande. Per bisogna portarlo a passeggio incomincia a tirare con tantissima forza, rimanendo a volte anche senza fiato.
Ho provato diversi metodi per farlo andare a passo con me, o per lo meno a non farlo tirare (come per esempio: il collare a strozzo, o portare con me il suo gioco preferito o anche un premio).
Vi chiedo un consiglio per educarlo.Attendo vostra risposta.
Giammarco
WAGGINGWEB RISPONDE
Caro Giammarco, il tuo Pastore Tedesco non è più un cucciolo! Questo non significa che è ora di ricorrere alle maniere forti, ma che non è corretto giustificare i suoi comportamenti pensando che è troppo giovane per essere educato. Il tuo cane non smetterà di tirare crescendo, aumenterà invece la sua forza e la sua determinazione nell’ottenere quello che vuole. Per risolvere il tuo problema devi dedicare tutti i giorni del tempo alla sua educazione. Educare il cane significa infatti insegnargli che alcuni comportamenti non sono (o non sono più) vantaggiosi: tirare al guinzaglio, saltare addosso, mordere il guinzaglio o le mani, non tornare quando lo chiami…. Puoi cominciare l’educazione con gli esercizi che trovi descritti nel nostro corso di educazione gentile, presto se ne aggiungeranno di nuovi.
WAGGINGWEB CONSIGLIA
Per quanto riguarda tirare al guinzaglio, ci vuole una piccola premessa. Il metodo gentile non permette in genere di risolvere il problema quando si manifesta, una volta per tutte. Non esistono scorciatoie. Come hai visto il collare a strangolo merita questo nome: non insegna al cane a non tirare, ma solo a strozzarsi. Inoltre è causa di forte stress, che in alcuni cani si manifesta con un atteggiamento irruente. Per affrontare il problema quello che ti serve è un guinzaglio normale di un metro e venti circa, e un collare fisso (non a strangolo). Il procedimento è semplice: ogni volta che il cane tira, devi fermarti. Non appena la tensione si allenta, digli bravo. Puoi dargli un bocconcino, oppure metterti semplicemente a camminare di nuovo. Le prime volte dovrai fermarti ogni passo, e rimanere fermo un bel po’, perché il cane non capirà come mai tirare non funziona più. Se sarai costante, vedrai che il cane comincerà a capire che per andare dove vuole, la strategia migliore è non tirare. Non rinunciare dopo i primi tentativi: è difficile all’inizio, e più facile man mano che vai avanti. Un altro esercizio che puoi provare è RINFORZARE il cane ogni volta che è al tuo fianco e non tira (puoi provare anche con il cane libero). Prepara una buona dose di bocconi, e dai un bocconcino al cane ogni volta che è al tuo fianco. Non tenere il cibo in mano per convincerlo a starti vicino, e non dargli un bocconcino ogni venti metri! Se ti rimane al fianco, continua a dargli bocconcini. Questo esercizio va provato in un ambiente senza distrazioni, e quindi in ambienti sempre più impegnativi. Prima di avere una bella condotta probabilmente dovrai lavorare molto, e per diverse settimane. I risultati però sono garantiti!