HOME >>> http://www.waggingweb.com/

ADOTTARE UN BORDER COLLIE 
Vorrei fare qualche domanda, avrei la possibilità di prendere un Border Collie, perché conosco un ragazzo che ha l'allevamento e mi assicura che i suoi cani sono di una buona linea, sani ed equilibrati, ma il mio dubbio è:
la mia famiglia è composta dalla sottoscritta e da mio marito, io lavoro come impiegata e sono molto vicina a casa, ed i miei orari sono 8-13/14-17, mio marito e' libero professionista e non ha orari ( ma esce di casa alle 8.30), il cane dipenderebbe esclusivamente da me, ora un cucciolo di Border, e di seguito il cane adulto di questa razza può stare da solo al mattino le 4.30 ore ed al pomeriggio le 3 ore (io rientrerei per il pasto ed alla sera alle 17,30 massimo 18  dedicandogli il resto della giornata ed il week end, le vacanze, ecc? Sono cani che amano l'acqua? Perché le vacanze noi le passiamo esclusivamente al mare in barca.
I miei genitori che eventualmente si offrirebbero per tenerlo nel caso in cui io fossi del tutto impossibilitata a tenerlo in qualche sporadica occasione hanno un Cairn Terrier maschio di 11 anni (che e' in fondo il mio cane perché io ho cambiato casa solo quest'anno) come la prenderebbe il mio vecchio cagnolino la new entry? E' il caso di prendere eventualmente una femminuccia? Più calma e più ben accetta dal mio piccolo e vecchio amico.
Vi ringrazio per le risposte e vi saluto
WAGGINGWEB RISPONDE
Il Border Collie è un cane da lavoro, selezionato per svolgere un compito impegnativo sia a livello fisico sia mentale. Deve infatti condurre le pecore, correndo intorno al gregge e seguendo le indicazioni che il pastore da con un fischietto. E’ l’unica razza selezionata per questa particolare conduzione (solo il Kelpie australiano ha attitudini simili). Questa durissima selezione ha prodotto cani con un desiderio quasi morboso di lavorare, una attenzione altissima a tutti gli stimoli esterni, una incredibile capacità di osservare e di imparare. Proprio per le sue caratteristiche, NON è un cane da compagnia. Come tutti i cani può adattarsi anche alla vita di famiglia, ma significa privarlo di un aspetto fondamentale per il suo benessere: impegnarsi in un compito. A Genova esiste un centro in cui puoi ammirare i Border al lavoro (trovi l’indirizzo nella nostra pagina link, Club Cani da Lavoro su Bestiame). Tenere un Border da lavoro in casa è un po’ come tenere un uccello in gabbia. Vive, però…. Una scelta meno impegnativa potrebbe essere un Border di linee da bellezza. Sono più grandi, hanno il pelo più folto (più spettacolare), e hanno in parte perso gli impulsi al lavoro. Anche in questo caso però hanno bisogno di molta attività fisica, e mentale. Un famoso detto recita: “Avere un Border è come avere un lavoro”, questo perché rispetto ad altre razze, che sia adattano allo stile di vita della famiglia, chi ha un Border finisce con l’adattarsi alle esigenze del proprio cane.
WAGGINGWEB CONSIGLIA
Delle 400 razze riconosciute, il Border non mi sembra davvero il cane più adatto alla vostra situazione. E’ una razza straordinaria, ma dovreste prevedere un impegno ben superiore alla passeggiata igienica. Non è detto però che non scopriate grazie al vostro cane il piacere del lavoro con i cani, nel mondo dello sheepdog, o anche solo dell’Agility. Un Border che ha la possibilità di sprigionare le proprie energie in un compito impegnativo, è un ottimo cane anche nella vita quotidiana. Nel vostro caso però prenderei in considerazione due altri aspetti: le ore di solitudine e la barca. I Border hanno molta fantasia, e quando si annoiano… trovano il modo di divertirsi da soli. Hai la possibilità di lasciare il cucciolo dai tuoi genitori? Un cucciolo di 50 giorni non dovrebbe mai essere lasciato solo per tante ore! Considerando i vostri impegni di lavoro, e l’amore per il mare, perché non considerate una razza meno attiva e più acquatica? Ho conosciuto i Chesapeake Bay Retriever, e mi ha colpito il loro equilibrio, l’affetto più esclusivo rispetto al Labrador verso le persone di famiglia, l’amore per l’acqua. Nei cani da pastore è meno attivo e altrettanto simpatico l’Australian Shepherd, mentre è un po’ più impegnativo (per la cura del pelo) ma altrettanto indicato l’Airedale (o il più piccolo Welsh Terrier). Quanto al sesso, io preferisco le femmine (sono più duttili, non pensano solo a fare pipì e a correre dietro a tutti i cani che incontrano), ma vista l’età veneranda dei vostro Cairn, non dovrebbero esserci problemi neppure con un maschio (i due non saranno comunque in competizione). Se avete altri dubbi, scriveteci!