HOME >>> http://www.waggingweb.com/

IMPRINTING E SOCIALIZZAZIONE
Grazie per avermi ancora una volta dato la possibilità di farVi domande; l'argomento questa volta è il cucciolo (la volta precedente ho chiesto notizie sul calore precoce...) e precisamente l'imprintig e la socializzazione. Ho trovato, e forse non sono importanti, delle incongruenze tra testi e riviste a proposito dei vari periodi: l'imprintig sono tutti d'accordo che va dalla terza all'ottava settimana di vita del cucciolo, segue poi il periodo della socializzazione che alcuni testi lo inquadrano tra l'ottava e la dodicesima settimana e alcune riviste tra l'ottava e la sedicesima settimana. Apparentemente può non sembrare un grosso problema, ma lo diventa quando al cucciolo si fanno rispettare tutte le tappe e i tempi delle vaccinazioni: la prima vaccinazione non prima dei sessanta giorni, aspetta poi venti giorni e ancora una settimana...poi si può uscire: per effettuare una buona socializzazione credo mi rimanga pochissimo tempo. Grazie ancora per l'eventuale chiarificazione.
P.S. se per una risposta esauriente è necessario sapere la razza del cane, io posseggo Rottweiler.Maurizio
WAGGINGWEB RISPONDE
Gentile Maurizio, ho iniziato a scrivere la risposta, ma l’argomento è troppo interessante per comprimerlo in poche righe. Così con un rapido copia e incolla ho trasferito il testo in una nuova cartella: uscirà tra breve come articolo. Per rispondere alla tua domanda in modo sintetico, la socializzazione comprende tre fasi: la socializzazione primaria, in cui il cucciolo forma un legame con la madre e i fratelli, e impara a riconoscere le caratteristiche della specie. In questa fase può legarsi facilmente anche a individui di specie diverse. Dura fino ai tre mesi di vita. La socializzazione secondaria: in questa fase il cucciolo forma una propria esperienza con l’ambiente fisico e sociale che lo circonda. La capacità di plasmare il proprio comportamento si riduce con la maturità. Fino a un anno di età il cucciolone è dunque ancora aperto al mondo, pronto a imparare ed accettare situazioni nuove. Con la maturità il mondo del cane si chiude, il cane tende quindi a relazionarsi in modo differente con ambienti e individui conosciuti ed estranei. In alcuni cani questa chiusura è più marcata, in altri meno. I cani da difesa, come il Rottweiler, sono meno socievoli (chiusura più marcata), i Retriever anche da adulti rimangono più “aperti”. In tutti i cani è comunque possibile formare legami anche dopo la maturità, è però un processo più lungo e difficile rispetto al cucciolo. Ma dato che il tuo problema, oltre all’interesse teorico, è anche pratico, ecco il nostro consiglio.
IL CONSIGLIO DI WAGGINGWEB
Se il cucciolo ha il carattere sicuro, confidente e socievole tipico della razza, rimandare di una settimana la sua avventura nel mondo esterno non dovrebbe causare problemi. La socializzazione non si conclude bruscamente a tre mesi: il cucciolo ha più che mai bisogno di imparare. Deve avere la possibilità di incontrare e giocare con altri cani (cuccioli e adulti ben socializzati), persone, ambienti diversi. Deve affrontare tutte le situazioni che vivrà da adulto (automobile, ambulatorio veterinario, casa della suocera, gatti, cavalli, bambini…). E’ ancora in una fase sensibile: tutto quello che impara in questi primi mesi segnerà in modo indelebile il resto della sua vita. E’ per questo che i corsi cuccioli iniziano a tre mesi: per canalizzare le energie del cucciolo in attività gradite, per imparare a capire e gestire il suo carattere e il suo comportamento. In queste settimane di “quarantena” in casa è importante offrire al cucciolo esperienze diverse: giocate insieme con oggetti differenti, iniziate l’educazione con bocconcini e gentilezza, fategli incontrare amici e parenti. Non appena il vostro veterinario vi da il via libera, portatelo quanto più possibile fuori con voi! Diventare un cane forte e sicuro dipende molto dal suo carattere (la componente genetica), e dalla vostra capacità di educarlo (la componente ambientale).