HOME >>> http://www.waggingweb.com/

PASTORE TEDESCO AGGRESSIVO VERSO LE PERSONE
Ho un cane pastore tedesco maschio di 2 anni. e 6 mesi: è stato acquistato a 2 mesi e sempre ben voluto da tutti (famiglia composta da 2 figli di 15 e 20 a.).
A 6 mesi, senza motivo aggredi' il mio giardiniere e mi rivolsi ad un addestratore s.a.s. e lo defini di carattere nervoso:infatti durante la prima giornata di addestramento morse, senza motivo, una figurante.
A 1 anno morse, durante una gita in montagna, un gruppo di turisti che si avvicinarono in gruppo per accarezzarlo.
Ha fatto esercizi di ubbidienza con buoni risultati.
Circa 6 mesi fa lo lasciai in pensione e al mio ritorno l' addestratore mi riferi' che il cane era secondo lui un po' ombroso: quando entrava nel box per le pulizie il cane ringhiava rintanandosi in un angolo.
Difatti da quel periodo in poi il cane comincio' a ringhiare spesso verso i miei 2 figli maschi raddrizzando il pelo, diventando rigido e tirando su la coda in posizione orizzontale.
I miei figli hanno sempre avuto un buon rapporto col cane giocandovi spesso con la pallina da tennis.
L' addestratore mi avverti' che questo era un segno da non sottovalutare verso un componente della famiglia e che di li' a poco avrebbe anche potuto mordere uno di noi.
Da un mese, dopo aver giocato piu' spesso i figli col cane e rimanendo soli, senza di me per le vacanze, il ringhio non si presento' piu'.
Il cane in casa si è sempre dimostratao abbastanza tranquillo:guai ad avvicinarsi pero' da parte di estranei al cancello della villa !
Ne fece le spese la postina che riportò un colpo di frusta cadendo dalla moto.
Spesso ha socializzato con amici dei miei figli che venivano in casa a trovarli mentre io l' ho spesso portato in giro (tutte le sere al parco, oppure tutte le volte che vado in montagna portandolo anche in centro città quando c'è tanta confusione).
Due mesi fa aggredisce mio nipote di 4 a. perchè si era messo a correre gridando:lo morse alla spalla.
Il mese scorso, rimasto il cancello aperto di casa, è uscito per mordere un amico di mio figlio con cui stava parlando.
Ieri ,dopo aver giocato con mio figlio di 15 a., stava sdraiato tranquillo sul prato: il ragazzo si avvicina col quotidiano e fa per accarezzarlo sulla testa. Ma ecco che il cane reagisce ringhiando ed attaccandolo al volto:per fortuna si riesce a difendere con la mano per cui lo morde e continua rincorrendolo in casa dove si era rifugiato per non essere morso. Capisce che la situazione è molto grave: sapevo ( dopo) che la linea genealogica era un po' nervosa ma arrivare a questo punto mi pare un po' troppo.
Cosa posso fare in questi casi?
E' pericoloso ormai tenerlo in casa ?
L' addestratore mi dice che l' addestramento non darà molto probabilmente alcun risultato: meglio darlo per fare la guardia a qualche fabbrica oppure.........
Ma il cane pastore tedesco è veramente equilibrato o sono meglio razze piu' tranquille? e quali?
Ho poco tempo per decidere. Aiutatemi.
Pino
WAGGINGWEB RISPONDE
Gentile Giuseppe,
la situazione che descrivi è sicuramente seria. In alcuni soggetti di Pastore Tedesco c’è una certa tendenza alla timidezza e all'aggressività. Il classico problema del Pastore Tedesco è l'aggressività per autodifesa. Questi soggetti acquistano maggiore sicurezza con la maturità. Se hanno imparato a risolvere una situazione di stress con l'aggressività, questa può diventare un arma di offesa oltre che di difesa. Il cane impara a trarre vantaggio dall'essere aggressivo. In genere però l'aggressività è rivolta verso gli estranei, e non verso i componenti della famiglia. Il vostro cane mi sembra aver subito proprio questo genere di involuzione: un temperamento aggressivo / difensivo diventato con la maturità e l'apprendimento aggressivo / offensivo. Il problema è sicuramente molto serio, perché il cane sta perdendo l'inibizione al morso, e tende a reagire in situazioni in cui non c'è evidente provocazione. L'attacco al volto può essere giustificato con un gesto di sfida (andare direttamente verso un animale, guardarlo negli occhi, toccarlo sulla testa), l'aggressione al bambino ha sicuramente una componente predatoria, e quella all'amico una giustificazione di tipo territoriale. Il vostro cane sta dunque GENERALIZZANDO la risposta aggressiva a situazioni diverse. Lei non mi scrive quali interventi ha eseguito l'addestratore, e quali reazioni avete avuto in queste situazioni. Il problema può essere peggiorato sia che siate intervenuti sgridando o picchiando il cane, sia che abbiate cercato di contenerlo e di calmarlo.
WAGGINGWEB CONSIGLIA
Come intervenire? Sono contraria invece a regalare il cane come animale da guardia, perché questo significa condannarlo ad anni di malessere, a meno che venga adottato da chi ha già una femmina. In ogni caso il cane dovrebbe essere sterilizzato, dato che una parte del problema sembra essere di origine genetica. Una soluzione drastica ma purtroppo possibile è l’eutanasia.
La seconda soluzione è iniziare una terapia comportamentale, ed eventualmente farmacologica. Prima di considerare questa ipotesi dovreste essere in grado di evitare ogni incidente, chiudendo il cane in un recinto e facendolo uscire solo sotto stretto controllo. La terapia comportamentale prevede una visita veterinaria, l'anamnesi, una diagnosi e una terapia combinata (modifiche ambientali, uso di psicofarmaci). Sono sicuramente in grado di darvi dei consigli nella gestione del cane, ma il vostro problema richiede comunque un approfondimento differente da quello che posso offrirvi tramite mail. Il consiglio è di NON affrontare il problema solo attraverso l'addestramento, soprattutto se il professionista a cui vi rivolgete usa metodi tradizionali. Non avendo potuto osservare il cane, mi è difficile fare una previsione sulle possibilità di intervento terapeutico. Di sicuro potete provare, a condizione di poter gestire il cane come vi ho scritto (recinto). Il cane è sicuramente pericoloso, e vi sconsiglio di lasciarlo libero in presenza di bambini ed estranei. In tempi brevi dovreste cercare di ignorarlo, e di premiarlo solo quando obbedisce a un ordine. Non gridate e non punitelo se manifesta aggressività. Dedicate tutti i giorni almeno 15 minuti all'obbedienza, senza cibo e senza gioco. Se si comporta bene, fatelo giocare per altri 15 minuti con la pallina. Non toccatelo e non avvicinatelo di vostra iniziativa. Chiedete al cane di venirvi vicino a comando se dovete manipolarlo. Rinforzate i comportamenti di confidenza e di sottomissione (collaborazione). Soprattutto non date colpe a voi o al cane, non serve a niente.
Il Pastore Tedesco può essere un compagno stupendo. Gli esemplari ben selezionati sono estremamente equilibrati, con un forte impulso a imparare e collaborare, mediamente attivi, mediamente reattivi, giocherelloni, con un'ottima attitudine alla guardia e alla difesa. E' importante però scegliere con estrema cura l'allevamento e il cucciolo. Vi consiglio caldamente di rivolgervi a un esperto. Nella scelta di un'altra razza, valgono gli stessi presupposti: conoscere bene le caratteristiche TIPICHE della razza, selezionare con cura l'allevamento e il cucciolo. Informarsi non mette del tutto al sicuro da errori, ma di certo limita il margine di errore della scelta. La scelta di una razza è un fattore personale, estetico e caratteriale, quindi è difficile consigliarti. Un buon Pastore Tedesco è di certo un cane adatto alle vostre esigenze, altre razze con attitudine alla guardia e una certa predisposizione all'addestramento sono lo Schnauzer gigante, il Beauceron, il Bullmastiff, il Rottweiler, il Bovaro delle Fiandre. Considerate che l'attitudine alla guardia e alla difesa presuppone sempre una socievolezza ridotta verso gli estranei, e richiede sempre un'ottima obbedienza di base.