HOME >>> http://www.waggingweb.com/

BRETON A CACCIA: RIPORTO E CERCA
Salve, inanzitutto volevo complimentarmi con tutti i componenti de Team che hanno reso davvero interessante questo sito che si occupa dell'aspetto comportamentale del cane. Possiedo una bretoncina di 17 mesi acquistata all'età di 13. All'inizio la cagna possedeva molti difetti, ma visto che mi ero subito affezionato e visto che sono un appassionato di addestramento e cinofilo ho deciso di tenerla e di dedicarle tutto il mio affetto. Difatti le ho insegnato tutto dal seduto sino al terra con distrazioni tranne il terra a distanza. Risponde molto bene a qualsiasi comando però ancora presenta due difetti:  quando riporta il riportello ritorna da me sedendosi di fronte e consegnandomelo (perfettamente) cosa che non succede con il selvatico. Difatti una volta abboccato ritorna da me, però si accuccia a terra mettendosi dietro (come per sottomissione) e non me lo riconsegna stringendolo con forza. Il secondo difetto è che quando è in fase della cerca molte volte smette di cercare e si posiziona alle mie spalle seguendo i miei passi. Poi, una volta incitata, inizia nouvamente a cercare. Premetto che non ho fatto mai uso di mezzi brutali e che l'ho portata solo al quagliodromo poche volte per vedere come si comportava. Adesso mi chiedo se la causa è quella che la cagna abbia avuto qualche episodio negativo col vecchio proprietario o quella che è una cagna un pò sensibile o che è stata portata poche volte a caccia oppure ancora se ho sbagliato io in qualcosa nell'addestramento. Sperando di avere dei consigli per modellare il suo carattere e per migliorare l'addestramento per quanto riguarda i due difetti che ho citato prima vi ringrazio anticipatamente di cuore. Tengo molto a questa cagna vi prego di rispondermi! Cordialità. Salvatore
IL GENTLE TEAM RISPONDE
Gentile Salvatore, sul riporto non ho molti dubbi, mentre ne ho di più sulla ricerca. Per il riporto, prova a mettere la bretoncina seduta davanti a te, a darle un’ala di piccione (o simile), non appena la prende in bocca, dille brava e dalle una manciata di bocconi gustosissimi. Il gioco è: se prendi e tieni davanti a me, ottieni qualcosa che ti piace un sacco. Questo dovrebbe ridurre il conflitto della cagna quando ha una risorsa di valore in bocca. Passa gradatamente a lavorare con il selvatico. Puoi anche provare a infilare la quaglia morta in un tubo di plastica, e farle riportare il tutto. Se la cagna va in possessività e in conflitto, sfila la quaglia, e rinforza la cagna quando lascia il tubo. Riduci progressivamente la larghezza del tubo, fino a lasciare solo il selvatico. Sulla ricerca, come ti ho scritto ho dei dubbi. Per il cane dovrebbe essere piacevole cercare. Non credo sia possibile insegnare al cane una motivazione come quella, anche se forse i conflitti sul riporto possono aver mandato il cane in crisi. Puoi fare in modo da evitare ogni conflitto possibile nella ricerca? Rendere quindi la ricerca una esperienza sempre e solo positiva? Puoi farle trovare una quaglia ogni volta, ed evitare il riporto? Secondo me la cagna ha subito qualche trauma, e lo ha associato alla ricerca. Se le dai fiducia, dovrebbe migliorare.