HOME >>> http://www.waggingweb.com/

METICCIO X PASTORE TEDESCO CON PROBLEMI DI AGGRESSIVITA’
Gentile alexa, ho un cane di 4 anni, maschio, meticcio (incrocio x pastore tedesco) di 30 g. Ho instaurato con lui un ottimo rapporto, in dipendenza dal fatto che passa con me 24h su 24. E' un cane molto ben socializzato, ma c'è un problema che si è un pò acuito nell'arco dell'ultimo anno: è aggressivo con i cani maschi; aggressività che si limita al solo abbaio, anche molto minaccioso, nei confronti di cani maschi al guinzaglio o con il padrone vicino (con i randagi è più tranquillo, anche se maschi). Inoltre a casa abbaia alle persone estranee e, pur rimandandolo alla sua cuccia, continua a "lamentarsi e brontolare" soprattutto quando sente la voce o ancor più la risata dell'ospite. La cosa che però più mi preoccupa è quando effettua il cosidetto "pizzico da dominanza" quando qualcuno che non conosce gli passa vicino (quasi esclusivamente persone adulte), atteggiamento che si presenta soltanto a casa mia o a casa di amici (con i padroni di casa!), mai all'esterno. Il punto è che io riesco benissimo a controllarlo, ma non posso mantenere la concentrazione su di lui per tutta la durata della visita degli amici. Ho provato a farlo giocare con le persone estranee, facendogli fare qualche esercizio, a giocare io con lui in presenza di estranei, per fargli fare una associazione positiva, ma capita sempre che l'atteggiamento si ripresenti. Ogni giorno fa molto esercizio fisico e almeno 20 minuti di esercizi di obedience. Per risolvere i suoi problemi (ispirandomi a quello che ho letto sul vostro sito), cerco di distrarlo quando, durante la passeggiata, incontriamo altri cani, lo faccio giocare solo con femmine e cuccioloni dopo aver eseguito un esercizio e a casa lo faccio stare sul suo cuscino quando viene qualcuno e lo premio se và dall'estraneo solo quando viene chiamato. Inoltre se si "lamenta" quando sente la voce dell'ospite, allora chiudo la porta della stanza in cui si trova e la riapro solo quando smette di brontolare. Faccio bene? Come faccio a casa di altri? Ringraziandoti anticipatamente , ti faccio i complimenti per il sito, i libri e i CD. ciao, Michele
IL GENTLE TEAM RISPONDE
Gentile Michele, grazie per i complimenti! Per il tuo cane, la prima cosa che mi viene in mente è la castrazione. So che non è esattamente il tipo di consiglio che vorresti leggere, ma potrebbe almeno in parte migliorare la situazione. Se il cane ti piace così, il punto di partenza è scomporre i problemi in singoli aspetti, e fare un piano di lavoro. Per l’aggressività verso gli altri cani, ma anche per la gestione in casa (pizzicotti), uno strumento che può aiutarti è il Gentle Leader. E’ un collare a cavezza che permette di controllare fisicamente il cane, e può inibire certe reazioni aggressive senza causare dolore. Non è facile da trovare (in rete su siti inglesi e americani senza problema), ma ti consiglio la marca originale, con fibbie in metallo. Il primo passo è abituare il cane a indossarlo, associandolo a qualcosa di positivo (cibo). Devi quindi insegnare al cane a “cedere” alla pressione, e associare la pressione a qualcosa di positivo. Quando hai superato questi passaggi (un paio di settimane di lavoro), puoi provare a camminare con il cane, con due collari (a nastro e GL), e due guinzagli. Verifica la reazione del cane in presenza di uno stimolo esterno gettando a terra un bocconcino, e trattenendolo. In questa fase molti cani esibiscono comportamenti di forte stress. Rimani calmo, e non appena il cane si rilassa e collabora, rinforza alla grande. Il Gentle Leader è uno strumento di controllo, non è una panacea per risolvere ogni problema. Per l’aggressività verso gli altri cani, una volta che si è abituato al GL, dovresti farti aiutare, avere qualcuno che tiene il proprio cane fermo a distanza sufficiente per essere visto, ma non tanto vicino da scatenare una aggressione (abbaiare, fissare, lanciarsi in avanti). Aspetta che il tuo cane smetta di essere aggressivo, anche per un solo istante, clicca e dagli un boccone. Cerca di fissare ogni istante in cui si comporta “bene”. Per il brontolare, ignoralo quando brontola, e rinforza quando rimane zitto. Forse per il cane sarebbe più facile rimanere a vista, nella cuccia ma con voi, puoi anche tenerlo al guinzaglio, così da fermarlo se prende delle iniziative.