HOME >>> http://www.waggingweb.com/

PASTORE TEDESCO CHE HA PAURA DEI BAMBINI
Il mio pastore tedesco di 10 mesi ha paura dei bambini (abbaia se legato, altrimenti evita di passare vicino ai bambini). Come posso risolvere questo problema ? Patrick
WAGGINGWEB RISPONDE
Caro Patrick, per un cane sensibile e reattivo e cresciuto senza la presenza di bambini può essere davvero difficile sopravvivere ai cuccioli d’uomo. I bambini infatti si muovono velocemente, gridano, toccano il cane, hanno troppa confidenza o al contrario hanno comportamenti di paura e di evitamento. La mia Staffordshire Bull Terrier ha trascorso un anno con problemi di paura verso i bambini, tutto a causa dell’incontro con un bambino terrorizzato, che l’ha respinta quando lei si è avvicinata per fargli le feste. Il rifiuto ha scatenato nella cagnolina la paura per tutti i bambini, e solo dopo numerose esperienze positive è riuscita ad acquistare fiducia in se stessa e nei bimbi. Per aiutare il tuo cane è importante seguire un programma di desensibilizzazione: insegnare al tuo cane che i bambini non sono poi così pericolosi. Il percorso da seguire è questo: educare il cane a camminare al guinzaglio senza tirare, e a sedersi al tuo fianco. Il guinzaglio deve sempre essere lento, e il cane deve avere sempre la possibilità di guardare il bambino. Chiedere a un bambino di età adeguata di camminare parallelamente a voi, a distanza tale da non scatenare nessuna reazione nel cane. Se il cane è rilassato, gradatamente ridurre la distanza. Se è teso, chiedere a un adulto di camminare tra te e il bambino (fare da barriera). Il passaggio successivo è camminare uno verso l’altro, sempre a distanza, quindi ridurre le distanze, facendo sempre attenzione che il cane sia rilassato. Il bambino ovviamente deve avere un atteggiamento neutrale, non fissare il cane, cercare di toccarlo o muoversi velocemente. Se a questo punto il cane è ancora rilassato, si possono ridurre le distanze. Il bambino non deve però mai prendere l’iniziativa per toccare il cane, chinarsi o dargli da mangiare. Il guinzaglio deve essere sempre lento, e la distanza tale da evitare ogni possibile incidente. Se il lavoro è costante e graduale, i risultati non mancheranno.