HOME >>> http://www.waggingweb.com/

TRE DUBBI SUL CLICKER
Ciao Alexa, Sono sempre io, quella dei 3 Belga!. So che sto facendo un sacco di domande, ma ho molto a cuore i cani e la loro educazione e molto fiducia nei tuoi consigli! Ti scrivo stavolta per togliermi dei dubbi sul Clicker, che sto usando da poco, ma già entusiasma me e i cani! E' bello vedere il cane che "pensa" , ed ogni esercizio nuovo è una soddisfazione per tutti e due!
1) Quando dò il boccone dopo il Click, dico sempre "brava!" Non riesco a farne a meno perché ai miei cani piace molto dato che li ho abituati che "bravo" corrisponde a "hai fatto bene" meriti coccole o bocconcini". In pratica prima di conoscere il Clicker, usavo il "bravo"come una spece di click, ma ora non so come comportarmi. Posso continuare a dirlo (dopo il Click mentre do il cibo) o devo smettere per non confondere i cani con la voce? E quando hanno imparato l'esercizio e metto via il cliker?
2) Qualcuno mi ha detto che pensa che il clicker sminuisca il rapporto con il padrone, invece che rafforzarlo, perché il cane invece che interessarsi a quello che chiede il padrone, cerca il suono del click e poi obbedirebbe a chiunque ne usasse uno. E poi la questione del cibo ne fa appunto un cane che obbedisce chiunque abbia cibo in mano.
3) Le due femmine si attivano al suono del clicker e volevo sapere se mentre insegno qualcosa ad una devo fare in modo che l'altra non veda e senta. A me sembra che la più grande capisca quando non sto "giocando"al click con lei e si mette da parte. Quando invece la chiamo sembra tutta eccitata e pronta. Il punto 2 mi preoccupa perché io volevo insegnare anche a non prendere cibo da estranei o non raccoglierlo per terra e poi in ogni caso voglio un cane molto legato a me. Pensavo il Clicker mi aiutasse proprio per avere un rapporto ancora più speciale con i miei cani. Ti ringrazio tantissimo ma...non ti posso assicurare siano le ultime domande!
Spero anche di poter partecipare a un vostro stage,magari in autunno. Caterina
WAGGINGWEB RISPONDE
Cara Caterina, non preoccuparti per il numero di domande: siamo qui per questo!
1) Anche noi usiamo la voce, perché la nostra filosofia è usare tutti gli strumenti di comunicazione a nostra disposizione, quindi il movimento del corpo, il clicker, la voce, il cibo o altri rinforzi positivi. Prova a guardare la televisione, e togliere l’audio: non si perde forse qualcosa? Se usi il clicker però è meglio non confondere l’informazione che questo strumento trasmette, proprio perché è più preciso e immediato di qualunque parola. Il trucco è solo usare la voce come rinforzo, invece che come segnale per far capire al cane qual è il comportamento che sarà rinforzato. Dunque: comportamento - click - bravo e bocconcino. Attenzione però a non confondere il significato di bravo con il significato del click. Il primo è un premio (“Hai fatto quello che volevo!”), il secondo è un rinforzo secondario: il cane impara che click significa aver esibito il comportamento che gli permette di ottenere qualcosa che vuole. Non qualcosa che vuoi tu: qualcosa che vuole lui! Puoi fare click anche se il cane si siede davanti alla porta prima di uscire: il rinforzo sarà uscire (non hai bisogno di cibo o di dire bravo, perché quello che il cane veramente vuole è uscire). I cani sono molto sensibili alle nostre emozioni, e dire bravo è un modo per rinforzare, usando il legame sociale, l’amicizia e l’affetto.
2) La nostra esperienza con il clicker è sicuramente positiva, ma abbiamo comunque deciso di reintegrare alcuni aspetti del rapporto che avevamo un po’ messo da parte, quando lo abbiamo adottato. Si corre infatti il rischio di trattare il cane come un topolino da laboratorio: fare click diventa la cosa più importante per ottenere la risposta giusta. Noi preferiamo usare anche la comunicazione con il corpo, le emozioni positive, la motivazione (rinforzi primari), proprio perché vogliamo un rapporto più intenso e diretto con il cane. Quanto all’uso del cibo, è il rinforzo primario più facile da gestire, ed è un’ottima motivazione per la maggior parte dei cani. Il nostro primo dubbio quando arriva un nuovo allievo è “gli piace mangiare?”. E’ normale e naturale che un cane accetti di collaborare con persone diverse, se ne può ottenere un vantaggio (gioco, coccole, cibo...). Il Pastore Belga tende a formare un legame molto forte ed esclusivo, e non va certo incoraggiato in questa direzione! Quanto al rifiuto del cibo... noi lo costruiamo proprio con il clicker e il cibo! In pratica convinciamo il cane a scegliere quello che ha in mano il conduttore, invece che quello che sta a terra.
3) I cani capiscono molto in fretta quando il click non è rivolto a loro, e trovano molto stimolante la competizione per far scattare il click. Io lavoro i cani sempre uno alla volta, e solo in rari casi insieme. Questo perché una certa Malinois davvero non concepisce che altri possano avere la mia attenzione, palline o bocconcini.... (e la Kelpie non è da meno!). Buon lavoro!