HOME >>> http://www.waggingweb.com/

GIOVANNA: LEISHMANIOSI E AMBISONE
Carissima Giovanna, l’Ambisone è una specialità farmaceutica il cui principio attivo è l’amfotericina B, un antibiotico noto da tempo in medicina veterinaria e riportato sui testi per il suo effetto fungicida. È estremamente tossico per i tessuti e deve essere somministrato per via endovenosa. È molto dannoso per i reni (nefrotossico) e deve essere somministrato con cautela sia a livello di dosaggio sia di modalità della somministrazione stessa (adeguata idratazione durante il ciclo terapeutico, monitoraggio del paziente, etc.), dà vomito ed iperessia. Proverò a fare una ricerca via internet, ma al momento non mi risulta che esistano pubblicazioni scientifiche sulla sperimentazione dell’amfotericina B per la terapia della Leishmaniosi nel cane. Il motivo? Purtroppo ha parzialmente ragione sul discorso sugli interessi delle ditte farmacologiche, che talvolta prevaricano le necessità reali dei pazienti (anche umani, se mi concede), ma l’amfotericina B lascia comunque delle perplessità di applicazione pratica nel cane; il fatto che sia disponibile solo in confezioni ospedaliere è connesso alla necessità di monitorare il paziente e alla somministrazione endovenosa del prodotto. Infine non dimentichi che la Leishmaniosi nel cane ha caratteristiche diverse dalla forma umana, che è in genere una forma cutanea e raramente viscerale, e questo potrebbe anche spiegare la diversità d’utilizzo di un farmaco in umana e in veterinaria; anche in umana è comunque utilizzato quando le terapie a base di antimonio non danno risultato.