HOME >>> http://www.waggingweb.com/

ROTTWEILER CON TIMORE DELLO SPARO
Ciao ! Mi chiamo Debora possiedo una femmina di Rottweiler di 4 anni di nome Trudy con cui sto' lavorando da circa due anni . Insieme stiamo affrontando delle prove di utilità e difesa. Vi sto scrivendo poiché da circa sei mesi la mia Trudy "accusa " lo sparo durante la condotta al guinzaglio. Devo precisare che il primo episodio è avvenuto durante una gara , in cui la cagna era in gravidanza isterica da me al momento non riconosciuta. Dopo circa quattro mesi ci siamo ripresentate alle prove precedenti il giorno di un'altra gara e si è ripetuto lo stesso episodio: la cagna che solitamente possiede un'eccellente condotta con guinzaglio e senza , ha cominciato a tirare prima in avanti, poi a rimanere indietro e a cercare di allontanarsi in tutte le direzioni cercando di fuggire dal campo. Tutto questo è successo naturalmente in concomitanza degli spari. In quell'occasione ho ritirato Trudy dalla gara e portandola dal veterinario ho scoperto che di nuovo si stava ripresentando la gravidanza isterica.
In seguito risoltasi L' ENNESIMA gravidanza isterica abbiamo continuato a lavorare ma rimane il problema dello sparo anche quando le condizioni fisiche dell'animale sono ottimali. Ho pensato che la cagna abbia associato questo momento di disagio psichico e fisico allo sparo e che ne sia rimasta negativamente impressionata. Già in precedenza a questi episodi avevo pensato di sterilizzarla visto il continuo susseguirsi di CALORE- GRAVIDANZA ISTERICA-CALORE e così via. L' intervento potrebbe aiutarla a superare anche questo problema che è comparso nel lavoro? Soprattutto vorrei chiedere : c'è un modo per desensibilizzarla allo sparo? Grazie per qulsiasi consiglio
Debora e Trudi
WAGGINGWEB RISPONDE
Cara Debora, come ci scrivi, Trudi ha associato lo sparo a una situazione negativa, e purtroppo l’associazione iniziale è stata rinforzata da esperienze successive. La sterilizzazione è probabilmente il modo migliore per risolvere il problema delle gravidanze isteriche, ma non può modificare l’atteggiamento che ha sviluppato Trudi verso lo sparo. L’apprendimento basato sulla paura segue infatti percorsi particolari: avviene rapidamente, c’è un maggiore rischio di generalizzazione ad altri stimoli (ansietà anticipatoria), ed è più difficile da estinguere. Alcune informazioni su questi meccanismi puoi trovarle nell’articolo dedicato ai metodi tradizionali di addestramento (Convincere o costringere).
WAGGINGWEB CONSIGLIA
Le alternative possibili per risolvere il vostro problema sono la desensibilizzazione e il contro condizionamento. La desensibilizzazione prevede l’esposizione allo stimolo ansiogeno (lo sparo) in gradi di intensità crescente, fino a ritornare al rumore a volume normale. In questo processo il cane impara ad affrontare il rumore rimanendo calmo e rilassato. E’ utile rinforzare il suo comportamento calmo. Per desensibilizzare Trudi dovresti chiedere a qualcuno di sparare dei colpi da grande distanza, riducendola gradatamente. E’ MOLTO importante che durante tutto il trattamento Trudi non venga esposta allo sparo da vicino. Il secondo metodo prevede invece che il cane modifichi il proprio atteggiamento in presenza di uno sparo. Il cane deve quindi ri-associare lo sparo a qualcosa di terribilmente positivo. Con cani con un’alta motivazione al morso sportivo, si associa lo sparo al momento in cui il cane parte all’attacco. Non ti conviene rischiare però, perché c’è una possibilità che le emozioni negative siano più forti di quelle positive, e Trudi impari a scappare di fronte a una manica… Io proverei una associazione dei due metodi. Esempio: chiedi a qualcuno di tenere Trudi al guinzaglio. Allontanati, e non appena viene sparato un colpo (a grande distanza) fatti vedere da Trudi e vai a farle tantissime feste. La gioia di ritrovarti deve essere più intensa del timore dello sparo. Ripeti fino a quando Trudi non associa lo sparo a una nuova emozione, positiva. Purtroppo nelle prove di difesa su manica (IPO, SchH), lo sparo è associato a due fasi passive, la condotta e il terra fermo. Per aiutare Trudi e inserire nuovamente lo sparo durante il lavoro, puoi rinforzarla con bocconi e gioco durante la condotta (non appena avviene lo sparo), e tornando da lei se rimane a terra nel terra fermo. Accontentati di piccoli risultati, e non metterla mai alla prova!