HOME >>> http://www.waggingweb.com/

CORSO DA GUARDIA… DORMIGLIONE!

Ciao a tutti, mi chiamo Daniela e ho un quesito da porvi. Abito con la mia famiglia in una casa su due piani, indipendente, rumorosa (nel senso che è situata in linea d'aria "sopra" l'autostrada, quindi ...). Ho un cane Corso che, normalmente, quando passa qualcuno dal cancello abbaia, così pure quando arrivano delle macchine. Di notte il cane dorme in casa con noi e, purtroppo, ha continuato a dormire, con noi accanto,  anche quando abbiamo ricevuto la sgradita visita dei ladri. Allo stesso
identico modo si è comportato un pastore tedesco dei nostri vicini, che di giorno è "ferocissimo" e di notte non ha fiatato con i ladri in casa. Ci domandiamo: dormono perchè non sentono i silenziosissimi intrusi, avendo inoltre il rumore esterno che di notte è "amplificato"? Dormono
tranquilli perchè in qualche modo si sentono protetti dalla presenza dei padroni? Abbiamo sbagliato qualcosa nell'educazione o le suddette razze non sono indicate per la guardia? Nonostante ciò noi amiamo lo stesso i nostri cagnoni dormiglioni e non abbiamo nessuna intenzione di farli dormire fuori di notte, però ci piacerebbe capire meglio cosa e perchè è successo per evitare eventuali errori futuri, se di nostri errori educativi si tratta, anche con tutti i prossimi cani che entreranno sicuramente a
far parte della nostra famiglia. Grazie di cuore. Ciao. Daniela
WAGGINGWEB RISPONDE
Cara Daniela, in base a quello che ci racconti è molto probabile che il cane non abbia reagito proprio per le ragioni che tu stessa ci scrivi. Il vostro cane ha un buon impulso alla guardia, come dimostra in giardino. In casa e durante la notte però diventa meno vigile. Non credo che il rumore dell’autostrada possa aver mascherato il rumore dei ladri. I molossoidi però non sono particolarmente reattivi ai rumori, e forse l’attività dei ladri non è stata sufficiente per far scattare una reazione. Inoltre il cane dorme con voi, e proprio la vostra presenza può inibire il comportamento di guardia. Il vostro cane vi rispetta come capo-branco, e lascia a voi l’iniziativa. In altre parole: “se il capo non si preoccupa di questo strano rumorino, perché dovrei farlo io?” Il cane può anche evitare di muoversi durante la notte, per non disturbarvi (ad es. se gli avete chiesto di rimanere a cuccia da cucciolo). Questo non significa che avete sbagliato qualcosa nell’educazione! Anzi, il vostro cane sembra essere molto ben educato, e di certo è di una razza adatta a questo compito.
IL NOSTRO CONSIGLIO
Riuscire ad aumentare la vigilanza del vostro cane non è difficile. Non dovete farlo dormire fuori, perché questo riduce la guardia (il cane è più vulnerabile). Potete però spostare la cuccia in un’altra stanza. Dormendo da solo sarà più attento a quello che succede intorno a lui. Si sentirà anche libero di alzarsi e andare a controllare. Potete anche insegnare al vostro cane a reagire con più sicurezza. Chiedete a un amico di venire di sera, e di far rumore vicino a casa. Incitate il cane alla guardia, sussurrando “chi c’è? Attento!”. Potete anche imitare lo sbuffo di allerta (dite “b” a bassa voce, guardando nella direzione del rumore e dimostrandovi attenti). Non appena reagisce, premiatelo dicendogli “bravo cane, chi c’è, attento!”, fino a quando non abbaia e si avvicina alla porta o alla finestra. Fategli un sacco di complimenti, quindi richiamatelo e fate entrare l’amico. E’ importante innescare il comportamento di guardia anche in casa, ma non è necessario stimolare l’aggressività.
Un ottimo sistema per aumentare la sua vigilanza è adottare un cagnolino molto reattivo. Non è certo un caso se nelle fattorie si trovano sempre cani grandi e piccolini, come il Maremmano-Abruzzese e il Volpino. Il piccoletto scatta a ogni minimo segnale, richiama l’attenzione del grande che è pronto a intervenire. Sono adatti tutti i cani piccoli e reattivi ai rumori, come i Terrier, i Pinscher, gli Spitz, o un meticcetto vivace preso al canile.