HOME >>> http://www.waggingweb.com/

CALORE PRECOCE NEL ROTTWEILER
Prima di tutto grazie per avermi dato questa possibilità. Il mio cane, una Rott. di nome Gilda, nata il due ottobre del 2000, il 23 aprile è andata in calore. Circa dieci giorni prima di compiere il settimo mese. "Voci di popolo" sostengono che è presto e che comunque, andare in calore prima dei dieci mesi incide sul normale e futuro sviluppo del cane. Posso avere notizie più precise?
Nel rott, come del resto, penso, negli altri cani, tenendo in considerazione le caratteristiche individuali, fino a quando si può considerare cucciolo e poi cucciolone e infine adulto?
Ancora grazie e complimenti per il lavoro professionale che state svolgendo. Maurizio
WAGGINGWEB RISPONDE
Caro Maurizio, grazie a te per i complimenti, e per la domanda come sempre molto interessante.
Il rapporto tra maturità sessuale e sviluppo fisico è ben studiato nel cavallo, perché i castroni sono molto utilizzati nelle discipline sportive. I maschi castrati prima della maturità sessuale tendono a diventare più alti. Sono invece meno sviluppate le caratteristiche sessuali secondarie, come il collo imponente, l’ossatura e la massa muscolare più massiccia. Un cavallo castrato ha un fisico “femminilizzato”. Un cavallo castrato dopo la maturità sessuale svilupperà invece il fisico da stallone. Lo stesso effetto si verifica anche nei gatti, e molto probabilmente nel cane maschio.
La maturità sessuale scatena dunque lo sviluppo dell’aspetto maschile (struttura più massiccia), a discapito dello sviluppo in altezza. Si tratta di variazioni in ogni caso ridotte. L’aspetto di un individuo è determinato soprattutto a livello genetico, anche se certo è influenzato dall’ambiente (lo sviluppo fetale, le condizioni di crescita), oltre che dagli ormoni come descritto per il cavallo.
Nella femmina la maturità sessuale interferisce però in modo meno marcato nella crescita. Un calore precoce può influire leggermente nello sviluppo della cagna, ma l’altezza e la struttura definitiva saranno in massima parte definite a livello genetico. Inoltre anche se esistono dei valori medi (stabiliti in proporzione alla taglia), le diverse fasi della crescita possono variare anche molto a livello individuale: una femmina può avere il primo calore a 7 mesi, a 10, o a 14.
Il cane si considera cucciolo in genere fino all’inizio del cambio dei denti, circa 4 mesi; cucciolone fino alla maturità sessuale e quindi adulto. Si tratta però di divisioni arbitrarie: lo sviluppo non termina infatti con la maturità sessuale, ma solo uno o addirittura due anni dopo. Un cane è veramente adulto solo verso i 2 anni, 2 anni e, nel Rottweiler il cane raggiunge il massimo vigore fisico verso i 4 anni.
L’ESPERTO RISPONDE
Per tutto quello che riguarda il Rottweiler, gli amici di WaggingWEB possono contare sull’allevatrice ed esperta di razza Daniele Maffei. Ecco la sua risposta.
Egr. sig. Maurizio, come giustamente da lei notato, l'individualità é la regola in questi casi. Dunque non é possibile stabilire un tempo "giusto" per andare in calore. In linea di max le razze giganti (alano, s. bernardo e anche i levrieri di taglia grande) hanno il primo calore dopo l'anno, mentre per le razze nane o toy il primo calore é intorno ai sei mesi o anche prima. Dunque la sua "rottina", a sette mesi circa, rientra nella norma. Le "voci di popolo" che lei riporta sono appunto soltanto voci di popolo. Il normale sviluppo del cane é INDIVIDUALE e dunque non esiste una regola che possa in qualche modo influire sul futuro del cane. Posso semplicemente farle notare che, dopo il primo calore, alcune cagne rallentano la crescita, altre invece la accellerano altre proseguono il loro sviluppo senza cambiamenti. E inoltre che a volte, dopo il primo calore, non sempre viene rispettata la pausa classica dei 4/6 mesi. Potrebbe ripetersi un calore anche dopo un mese o due. Le suggerisco in ogni caso di segnarsi la data del calore e poi, tra 50 gg circa, far caso se la sua rottina presenta qualche sintomo imputabile alla falsa gravidanza: mammelle ingrossate, un atteggiamento particolarmente schivo, o se fa la "mamma" a qualche oggetto. In quel caso bisognerà ricorrere
rapidamente al veterinario che le consiglierà dei preparati per evitare problemi. Mi permetto di suggerirle, qualora la sua cagna non sia destinata a fare la fattrice, di provvedere al più presto alla sterilizzazione, per evitare ogni possibile malattia legata all'apparato riproduttivo. E non si preoccupi di possibili variazioni caratteriali. Sono soltanto voci di popolo, appunto.
Per quanto riguarda la seconda parte del suo quesito, anche a questo non posso dare una risposta assolutistica. Generalmente le razze medio grandi (come il rott, appunto) sono considerate cucciole sino ai 9 mesi circa, cuccioloni sino ai 18 e poi adulti. Per quanto riguarda la mia personale esperienza, ho avuto cani che ancora a 2 anni non avevano completato né lo sviluppo fisico né quello psichico, completezza raggiunta intorno ai 3 anni, mentre altri a 18 mesi erano totalmente adulti, nella psiche e nel fisico.
Spero di essere stata esauriente. Se ritiene può contattarmi ancora. Sono a sua disposizione.
Cordiali saluti cinofili Daniela Maffei e-mail: rcimaffe@isiline.it