HOME >>> http://www.waggingweb.com/

COMPRARE UN CUCCIOLO DA UN PRIVATO
Salve! Mi chiamo Franco, e vi scrivo per chiedervi un consiglio sull’acquisto di un cucciolo di Labrador. Dato che preferiamo comprarlo nella nostra regione, ci è stato consigliato un privato che ha una cucciolata disponibile. Pensate che sia una scelta valida?
WAGGINGWEB RISPONDE
Con il termine privato si intende una persona che ha una o più femmine, e ne vende i cuccioli. Non è un allevatore riconosciuto, i cuccioli non avranno quindi affisso (il nome dell’allevamento), e possono avere o non avere il pedigree. I privati si distinguono a grandi linee in chi ha una femmina, e sceglie di farla accoppiare per vendere i cuccioli. Sceglierà il maschio più vicino a casa, e venderà i cuccioli senza documenti e a costo ridotto. La qualità dei cuccioli è dubbia: i genitori non sono probabilmente mai stati valutati per la morfologia, il carattere e la salute. Può andare bene, ma può anche andare male, e questo significa dover spendere molto di più in cure veterinarie, e può essere molto doloroso. C’è però anche chi è un grande appassionato della razza, in questo caso la qualità della femmina, del maschio, e di conseguenza dei cuccioli, saranno molto superiori. All’appassionato non interessa tanto l’aspetto economico, quanto quello affettivo. La distinzione non è così netta, ma in linea generale quando si compra da un privato si dovrebbero avere dei requisiti minimi:
- La femmina ha i documenti in regola (pedigree ENCI), è stata presentata almeno una volta in esposizione ottenendo almeno il molto buono. E’ testata per le patologie genetiche (oculopatie, displasia dell’anca e del gomito). E’ visibile e dimostra un ottimo carattere, socievole e confidente.
- Il maschio ha pari requisiti (anche se spesso non sarà visibile)
- Il privato ha denunciato all’ENCI la monta e la nascita della cucciolata e richiesto i pedigree dei cuccioli.