cd retriever

10 MINUTI DI GIOCO

Per i gatti di casa le giornate trascorrono come sempre, tra un sonnellino sul divano,
una passeggiata fino al frigorifero, un’occhiata dalla finestra.
Insomma, una noia. La mancanza di attività fisica e mentale è tra le cause
di problemi fisici (obesità), e di comportamento.
Per rendere migliore la vita del vostro micio però basta poco...

CHE NOIA, CHE STRESS!
Gli studi sul benessere del gatto hanno rivelato che proprio la noia è tra le cause dei problemi di convivenza tra uomini e felini. Un ambiente poco stimolante e la mancanza di movimento possono provocare stress e comportamenti indesiderati nel micio. Anche la salute ne risente: è in drammatico aumento il numero di gatti in soprappeso. Dare bocconcini a tutte le ore può sembrare un modo facile per gratificarlo, ma invece di risolvere la situazione, la peggiora.
La soluzione è facile: bastano un po’ di fantasia e dieci minuti al giorno.
La parola d’ordine è: GIOCO!

Prima di cominciare, procuratevi tutto l’occorrente. Potete costruire dei giocattoli con quello che avete in casa:

Una pallina di carta stagnola può essere inseguita e fatta rotolare sotto il divano. Alcuni gatti imparano persino a riportarla.
Le piume legate a una cordicella o a uno stecco svolazzano per casa come un uccellino, pronte ad essere catturate con salti prodigiosi.
Le confezioni di cartone, di quelle che si trovano accantonate nei supermercati, possono diventare un bizzarro fortino, dove nascondersi, saltare dentro e fuori, fare agguati, cacciare palline di carta stagnola e piume in fuga… Con un po’ di immaginazione si può costruire un vero e proprio percorso a ostacoli, con passerelle, salti e tunnel.
Uno stecco può sembrare un topolino, se viene mosso a scatti sotto il tappeto (funziona anche con le mani, ma attenzione alla cattura!).
Un peluche può essere afferrato, morso e colpito a calci, il gioco di lotta libera preferito dai giovani gatti maschi.


A questi giochi fatti in casa potete aggiungere tutti quelli offerti dai negozi specializzati. Qui trovate anche la pedana da “ginnastica”: una struttura formata da piattaforme coperte da moquette poste ad altezze diverse, che comprendono spesso un tiragraffi e diversi giocattoli appesi. Non comprate la pedana e dei giocattoli colorati per lasciarli in un angolo della casa a coprirsi di polvere!
Per essere davvero utili dovete passare al punto 2 del programma di rieducazione familiare: i 10 minuti al giorno di gioco. Dovete insomma alzarvi dal divano, chiamare il micio e giocare con lui, sfruttando la pedana o quello che offre la casa. Questo programma funziona davvero bene con i gattini, che imparano che esiste un posto dove sfogare le energie nel gioco, rispettando mobili e tende del soggiorno. Il gatto adulto avrà bisogno di qualche giorno per riscoprire il piacere di un agguato, un inseguimento, di saltare e correre. L’importante è non forzarlo mai, non costringerlo a partecipare al gioco, non esagerare: smettere prima che si stanchi.

GIOCO DA GATTO, GIOCO DA MATTO!
I giochi del gatto sono giochi di caccia: l’agguato, il pedinamento, l’inseguimento, la cattura, prendere a zampate la preda, trasportarla in bocca. Se non ha la possibilità di sfogare questo impulso alla caccia in modo appropriato (un giocattolo, un compagno di giochi, una preda), il micio può rivolgere la sua attenzione a piedi, caviglie, mani e braccia. La caccia si conclude con la cattura, e può degenerare anche in lotta libera, con il gatto che afferra saldamente la “preda” con le zampe anteriori, morde e scalcia con le posteriori. Per evitare questi assalti, è utile abituarlo a giocare con i giocattoli, e distrarre la sua attenzione lanciandogli una pallina. Questa attività è molto intensa nel gattino, e tende a ridursi con la maturità. Il gatto può sfogare anche le sue energie con giochi di movimento: corse, arrampicate, salti. Se ha un compagno adeguato (un altro micio, un cane, una mano...) sarà inoltre pronto a sfidare la sorte con lotte e inseguimenti. Anche queste attività devono essere controllate e canalizzate, se il micio vive in casa. Invece di sgridarlo, dategli una alternativa migliore!
I gatti preferiscono i giocattoli che si muovono, che sono abbastanza leggeri da essere spostati con una zampa e trasportati in bocca. Nei negozi di animali è facile trovare palline, piume colorate, topolini a molla e quant’altro. Attenzione ai materiali e ai colori usati: non devono essere tossici o pericolosi. Potete comprarne alcuni, e verificare quali sono i preferiti del vostro micio. Alcuni possono essere lasciati a sua disposizione, ma è comunque meglio tenerne altri chiusi in un cassetto, pronti ad essere usati quando avete un po’ di tempo per giocare insieme. In questo modo non solo dureranno di più, ma saranno anche più graditi al micio, che perderà meno facilmente interesse.