cd retriever

SESSO:
quello che gli altri non dicono

(seconda parte)

Le relazioni pericolose.
Aiuto: il mio cane cerca di montarmi! devo sgridarlo ?
E’ abituato a dormire sul letto con me, e non tollera il mio compagno: cosa devo fare?


Prima parte:
perché il mio cane maschio cerca di montare cani dello stesso sesso?
Posso impedirgli di leccare le pipì delle femmine?


Se ne avete altre, potete inviarle al nostro indirizzo di posta: info@waggingweb.com

LE RELAZIONI PERICOLOSE:
AIUTO IL MIO CANE CERCA DI MONTARMI!


Quando lo accarezzo, il mio cucciolone “sfodera” il pene. Gli sto provocando delle turbe sessuali?
Nei i cani maschi giovani è molto frequente dimostrare una leggera eccitazione sessuale quando vengono accarezzati. Non è un comportamento anormale, o preoccupante. Dovrebbe ridursi con l’età. Evitate però di insistere troppo con le carezze, perché potete scatenare una sorta di dipendenza dal contatto fisico. Soprattutto i cani adulti tendenzialmente dominanti possono avere degli atteggiamenti conflittuali verso le carezze prolungate: sono insofferenti e persino minacciosi verso chi li trattiene, li stringe e li tocca con insistenza, e allo stesso tempo chiedono (anzi: pretendono) questo tipo di attenzioni. In questo caso cercate di limitare il contatto fisico, e di accarezzare il cane solo quando siete voi a deciderlo, non quando è il cane a cercare le carezze. Tanto i maschi quanto le femmine possono diventare terribilmente insistenti se non fate attenzione.

Aiuto: il cane cerca di montarmi!
Quando viene adottato il cucciolo dovrebbe avere la possibilità di continuare a giocare con altri cani. In questo modo impara che il mondo si divide tra cani e altri animali (uomo compreso). Se non ha la possibilità di comportarsi “da cane” tenderà a rivolgere i comportamenti sessuali verso quello che è disponibile: una persona, un cuscino, un pallone, persino un aspirapolvere. Tutto comincia come un gioco: il cane si eccita e prova a montare chi sta giocando con lui. In genere è più facile che si ecciti e non venga inibito da un altro cane. Se però questo succede con le persone, con altri animali o con oggetti, il cane impara a considerarli dei partner sessuali. A volte il cane ha un comportamento sessuale normale, ma cerca di montare le persone in momenti di particolare eccitazione: quando è accaldato da un gioco molto intenso (la mia cagna cerca di montarmi dopo gli esercizi di difesa, se si è davvero divertita!), se viene accarezzato in modo sensuale, quando incontra dei bambini. I bambini infatti possono eccitare il cane con l’odore e il comportamento diverso da quello degli adulti, inoltre sono abbastanza piccoli da non inibire l’impulso del cane a montare.

Se cerca di montare me o altre persone, devo sgridarlo?
Se tende a montare le persone, quello che dovete fare è:
smettere di accarezzarlo in modo sensuale, stirando indietro le orecchie, con carezze lunghe se questo eccita il cane (ha un atteggiamento molto concentrato e insistente, cerca di leccarvi, mugola e “sfodera” il pene).
Smettere di giocare alla lotta se il cane si eccita fino a perdere il controllo e cerca di montarvi.
Non sgridate il cane, ma alzatevi e andatevene bruscamente, oppure distraetelo con un suono (battete le mani), alzatevi e quando non è più eccitato fatelo giocare al riporto per permettergli di scaricare le energie in eccesso.
Insegnategli a obbedire ad alcuni comandi, e aumentate la vostra autorità sul cane lavorando tutti i giorni per 15-30 minuti agli esercizi di obbedienza.
Se conosce alcuni esercizi, chiedetegli di sedersi, di mettersi a terra e premiatelo quando obbedisce. Non può sdraiarsi e cercare di montare una persona nello stesso momento.
L’ideale sarebbe permettergli di giocare con altri cani.

A me dispiace sgridarlo o farlo smettere, perché mi sembra un modo tutto sommato non pericoloso per farlo “sfogare” e renderlo meno frustrato.
Permettergli di orientare il comportamento sessuale verso le persone non riduce ma AUMENTA la pulsione sessuale! Il cane penserà di poterlo fare, e presto diventerà un’abitudine. Una persona accondiscendente può essere molto più disponibile di qualunque cagnetta... Se volete farlo sfogare, portatelo di più a correre e a giocare, e lasciatelo giocare con altri cani. A volte questa accondiscendenza da parte delle persone nasconde altri problemi: sentirsi desiderati, attraenti, avere un rapporto davvero “stretto” con il cane, persino la paura di una reazione aggressiva del cane. Un esempio: un cane tende a montare la giovane proprietaria ogni volta che questa indossa degli stivali alti di cuoio. In qualche modo è proprio la proprietaria che ha rinforzato questo comportamento, probabilmente perché trova conferme dall’atteggiamento sessuale del cane. Non dobbiamo né scandalizzarci né esserne imbarazzati: le pulsioni sessuali esistono anche nell’uomo, e anche nell’uomo non sempre sono orientate nel modo “ideale”. Questi casi richiederebbero però la consulenza di uno psicologo.

Il mio cane non cerca di montarmi, però ogni sera mi lecca con foga le mani e le braccia (oppure i piedi). Ho un cane feticista?
Le madri leccano i cuccioli per pulirli, i maschi leccano le femmine durante il corteggiamento. I cani leccano le persone in segno di affetto, confidenza, sottomissione. Il cane scopre per tentativi ed errori cosa può o non può fare con le persone, i cani e in genere con chi vive con lui. Dato che leccare ha una componente sessuale, può essere molto gratificante per il cane, che tende quindi a ripetere questo comportamento. Soprattutto se la persona che viene leccata non lo interrompe, e involontariamente lo premia con carezze, attenzioni e coccole. Il modo migliore per prevenire o risolvere il problema è lo stesso indicato per il cane che cerca di montare le persone.

Il mio cane dorme nel letto con me, ed è molto geloso del mio compagno/la mia compagna. Cosa devo fare?
Dipende... preferite avere vicino a voi il cane o il vostro compagno? Spesso l’eccesso di possessività e protezione che il cane dimostra verso una persona è in qualche modo causata dalla persona stessa. Il cane che ci protegge è divertente, rassicurante, motivo di orgoglio: “guarda quanto mi vuole bene!”. Il cane però non dovrebbe essere né causa né vittima di conflitti nella coppia o nella famiglia. Mentre studiavo dei cavalli liberi in un parco sull’Isonzo, una giovane coppia si avvicinò con un Fox Terrier. La cagnolina venne ad annusarmi, e la ragazza commentò: “Vedi, almeno lei la ANNUSA!”. Il ragazzo rispose: “Sì, ma lei puzza di cavallo...”. No, non dovete cercate di convincere il vostro partner a sguazzare nello sterco di cavallo! Il modo migliore per risolvere la questione è capire che il cane può e deve imparare ad accettare anche il vostro compagno. Cercate di associare la sua presenza a qualcosa di piacevole come una passeggiata, e di lasciare che il vostro compagno si occupi del cane, formando un legame. Insegnate già al cucciolo che può dormire ogni tanto sul letto, ma che ha una sua cuccia personale.

Il mio cane non mi guarda più come una volta...
Cercate di non caricare di aspettative il vostro rapporto con il cane. Potrebbe credersi il capo, e dover quindi dimostrare i suoi diritti di iniziativa. I dominanti guardano poco e vengono guardati molto dai sottomessi. Vi state comportando così? La maggior parte delle persone ha dei comportamenti di sottomissione senza saperlo, e questo facilita l’insorgere dei problemi che abbiamo visto. O forse non fate molto per essere interessanti. Guadatelo meno e giocate di più! Giocate a eseguire esercizi di obbedienza, al riporto, a correre insieme. Lasciatelo giocare con altri cani, se ne ha voglia, e con altre persone, se lo gradisce. Non aspettatevi che corra a coprirvi di leccate e di feste ogni volta che lo chiamate. Non è un bambino, è un cane che deve sviluppare una propria personalità e autonomia. Il suo benessere dipende anche dalla vostra capacità di capire e rispettare il suo comportamento e le sue esigenze, anche quelle sessuali.