cd retriever

Il Cane-Lupo Cecoslovacco:
cane o lupo?


Lupo dell' Europa Centrale.

IL LUPO E IL CANE-LUPO

Guardando un lupo si nota subito la schiena dritta, le zampe poco angolate, i piedi enormi (ricordate Cappuccetto Rosso? “Nonna, che mani grandi hai…”). Anche la testa è davvero grande, e lunga (“Nonna, che bocca grande hai…”). Il trotto del lupo è molto armonioso e non è faticoso. Gli arti si muovono diagonalmente vicinissimo a terra, la testa e la coda sono portate sulla stessa linea del dorso (questo movimento è tipico anche del Cane Lupo Cecoslovacco). Infine, vedendolo in branco, è facile osservare quanto è espressivo, e quanto è vivace e intensa la comunicazione con i compagni.

Due cani in un giorno non esibiscono tanti comportamenti quanto due lupi in pochi minuti! Nei confronti dell’uomo, anche quando è abituato alla sua presenza, il lupo è molto timido, schivo, attento a ogni movimento, pronto a scappare. Il suo aspetto e il comportamento sono quelli di un animale selvatico, non è adatto alla vita con l’uomo. Per ottenere dei soggetti adatti alla vita con l’uomo è stato necessario diluire molto le caratteristiche del lupo, e selezionare solo i soggetti più mansueti, confidenti, simili al cane.

I Cani-Lupo Cecoslovacchi mantengono comunque un comportamento e un aspetto naturale. Apprezzano molto vivere in coppia, questo però può causare degli inconvenienti: il loro comportamento è molto integro, e quindi tendono ad avere un rapporto più intenso e diretto con i propri simili e con l’uomo. Come i lupi tendono a formare un branco molto chiuso, che può rifiutare e attaccare i cani estranei. Ma non solo: come nel lupo maschio e femmina formano una coppia, e la cagna può rifiutare l’accoppiamento con un maschio estraneo.

IL CANE-LUPO E IL PASTORE TEDESCO

L’ibridazione con il lupo e cinquant’anni di selezione separano il Cane-Lupo Cecoslovacco dal Pastore Tedesco. Le due razze oggi sono molto diverse nell’aspetto, nel carattere e nel comportamento. Eppure è molto frequente che chi ama il Tedesco si senta attratto dal Cecoslovacco. Forse perché, come dichiarava uno dei fondatori della razza, l’ingegnere Karel Hartl: “Con la sua vitalità, la salute, l’istinto naturale, l’indipendenza, la resistenza e quella fragile bellezza, porta al mondo un messaggio importante: non nasconde le sue origini”.

Il Cecoslovacco è più lupo del cane-lupo più famoso al mondo, il Pastore Tedesco. Nel Pastore Tedesco è raccolta tutta la filosofia del cane da utilità: l’aspetto adulto e severo del lupo mitigato però da caratteristiche che lo identificano immediatamente come animale domestico. Un Pastore Tedesco, come ci ha spiegato un Carabiniere delle unità cinofile, deve allo stesso tempo incutere rispetto e rassicurare.

Nel Cane-Lupo Cecoslovacco questo confine tra domestico/selvatico è più sfumato. Proprio questo ritorno all’antenato permette anche di respingere le caratteristiche più spinte della selezione moderna del Pastore Tedesco, senza però entrare in aperto conflitto con questa razza. Per capirci: invece di rimpiangere il Pastore Tedesco rustico di quarant’anni fa, teniamoci quello di oggi, e scegliamo una razza che ne ripropone l’aspetto naturale sotto altro nome. Il Cane-Lupo Cecoslovacco sarebbe insomma un Pastore Tedesco “naturale”. In verità, come abbiamo visto, si tratta di due razze ben distinte, con un aspetto e un temperamento differenti.