cd retriever


ADOTTARE UN GATTO

E' difficile che ci si alzi un mattino pensando: "Oggi compro un gatto e faccio l'allevatore", anzi, devo dire che se qualcuno mi telefonasse comunicandomi una determinazione di questo tipo mi preoccuperei parecchio!

O la persona in questione si è immaginata che allevare gatti è remunerativo, allora sarebbe semplice, facendogli vedere i miei bilanci familiari, dimostrare quanto quest'idea è errata, oppure si tratta di qualcuno dalle passioni tanto intense quanto effimere.


L'imbarazzo della scelta in questa irresistibile cucciolata di Balinesi.

Normalmente il primo approccio è il desiderio di un micino "da coccole", ma non sempre è facile trovare il soggetto desiderato, tanto per cominciare dove acquistarlo? Nei negozi spesso si trovano dei cuccioli adorabili ma, è importante rivolgersi a qualcuno la cui fama di serietà sia comprovata, le storie sui cuccioli provenienti dall'Est Europa con pedigree falsi e scarsa salute hanno riempito le pagine dei giornali specializzati, con questo io stessa ho dei cari amici che nei loro negozi vendono solo ottimi soggetti o addirittura si limitano a mettere in contatto la persona interessata con un allevatore. Quindi può essere una buona strada, l'importante è andare, come si suol dire, con i piedi di piombo e non farsi intenerire da un musino triste, è brutto a dirsi ma, se nessuno si interessasse a cuccioli così, il mercato crudele che li sottopone a maltrattamenti non avrebbe più ragione di esistere.


Un'altra strada è rivolgersi agli annunci economici sui giornali specializzati, si trovano dei gattini carini, spesso tenuti benissimo, a dei prezzi accessibili purchè non si voglia il soggetto da esposizione.
Per il gatto di alta genealogia, ceduto con garanzie scritte le strade sono quattro:
chiedere ai veterinari, è un'ottima via perchè se tra i loro clienti hanno un allevatore sanno anche benissimo come tiene i gatti, il loro stato di salute e se si tratta di persone affidabili.
Poi ci sono le esposizioni e gli annunci sui giornali specializzati e da un pò di tempo a questa parte Internet, i maggiori allevatori hanno un sito al quale è facilissimo arrivare tramite i motori di ricerca.


Questo piccolo Certosino e' gia' a proprio agio nella parte di Champion of Breed





Tipicissimo micione di Maine Coon

La fama di un allevamento è data dai campioni che produce, ma molta di più ne viene da tutti coloro che hanno acquistato un gatto da Voi e ne vanno fieri.

A questo punto come scegliere? Prima di tutto bisogna sempre tenere presente che l'impegno che si sta prendendo è di probabilmente una quindicina d'anni, che il gatto non si smaterializza durante le ferie, che bisogna dargli da mangiare, da bere e portarlo dal veterinario, consapevoli di tutto ciò ecco a Voi alcuni suggerimenti:
Il cucciolo deve avere un bel pelo morbido, non deve dividersi a ciocche e sembrare "spento", gli occhi devono essere puliti, non deve esservi alcun accenno di terza palpebra visibile, è una membrana grigiastra che appare dall'angolo interno dell'occhio come una tendina che va a coprire la pupilla, è sintomo di grave malessere, dategli un'occhiata sotto la coda, deve essere pulito. Non vi preoccupate se è un pò timido, quando sono cuccioli talvolta gli estranei li mettono a disagio, basta che non sia terrorizzato dalla vostra presenza.

Un buon allevatore vi rilascerà qualcosa di scritto, molti sottoscrivono un contratto di cessione regolare che specifica la qualità del gatto, le responsabilità che l'allevatore si assume in caso di malanno nei giorni successivi alla vendita ed anche l'impegno di chi acquista a trattare il cucciolo nel migliore dei modi. Se un contratto di questo tipo non c'è, richiedete almeno un certificato veterinario rilasciato non oltre 3 giorni prima ed, un impegno scritto in caso di malattie gravi a rifondervi o a sostituirvi il cucciolo.

Adesso siete i felici proprietari di un morbido, tenero cucciolotto, fra sei mesi sarete potenzialmente dei futuri allevatori, basta che qualcuno vi trascini a partecipare ad una mostra felina.
Tutto ciò è interessante per chi si avvicina per la prima volta all'acquisto di un cucciolo di gatto ma è importante visto anche dall'altra parte della medaglia, per chi è già partito con l'avventura di allevare, è importante sapere che la migliore pubblicità è il passa parola, e questo avviene solo dando garanzie di serietà.

Cedete sempre i cuccioli con contratti scritti, tutelano chi acquista ma anche voi, se garantite un cucciolo contro le micosi per 30 giorni (la micosi ha 10 giorni di incubazione) dimostrate la vostra serietà ed evitate che qualcuno dopo un anno possa farsi venire in mente di addebitarvi una responsabilità per un fungo preso da una settimana (sembra pazzesco ma è successo), se un cucciolo non è in forma tenetevelo una settimana in più, ma consegnatelo in perfette condizioni, insistete o addirittura mettetelo per iscritto che, il nuovo proprietario deve far vedere il cucciolo al suo veterinario di fiduca entro 48 ore (lavorative), dimostra la vostra serietà.