cd retriever

Golden Retriever

Il Golden è di sicuro il più bello dei Retriever :
ha una espressione dolcissima, da cucciolo, e uno splendido mantello dorato.
A chi è innamorato di questa razza, dedichiamo questo articolo,
per capirlo e conoscerlo meglio.

UN CARATTERE “D’ORO”
Il Golden è un cane dolce e simpatico: affettuoso, piuttosto tranquillo, facile da educare. E’ molto socievole, pronto a salutare scodinzolando chiunque si avvicina, uomini e animali. Sopporta male la solitudine, deve essere inserito, amato e accettato da tutta la famiglia. Sa inserirsi senza causare problemi in un gruppo, composto da persone, cani e altri animali.
E’ molto sensibile: deve essere educato e trattato con gentilezza. Alcuni soggetti possono essere piuttosto timidi con persone o nelle situazioni che non conoscono, o essere sensibili ai rumori forti.

E’ un cane da lavoro, ed è quindi richiesto un temperamento confidente. Evitate quindi di scegliere un cucciolo timido o un cucciolone mal socializzato, e cercate sempre di valutare con obbiettività le caratteristiche dei genitori e dei cuccioli. Un cucciolo timido sarà un cane adulto timido.

E’ giocherellone, soprattutto da cucciolo ama avere sempre qualcosa in bocca. E’ molto affettuoso e ama il contatto fisico. E’ mediamente o poco attivo in casa, più attivo fuori, quando può sfogarsi con il gioco e le corse. Alcuni cuccioli sono molto vivaci, il livello di attività si riduce con la maturità fisica, verso i 12/18 mesi.

Il Golden è un cane bellissimo e gentile, ma non è un soprammobile delicato. Se ne ha la possibilità, sa dimostrare tutte le doti richieste a un cane da lavoro, forza, resistenza e determinazione.
Non trattatelo come un bambino o come un giocattolo a disposizione di chiunque!

VIVERE CON UN GOLDEN
- Può vivere in appartamento se gli garantite sufficiente attività fisica. Alcuni soggetti sono più vivaci, altri davvero molto tranquilli. Dovete comunque portarlo tutti i giorni a spasso e a giocare: come tutti i cani ha bisogno di attività fisica e mentale per essere felice, e di un fisico tonico e magro per vivere bene.
- Non è difficile fargli svolgere movimento quotidiano: ama riportare palline e legni, dunque è facile farlo correre e giocare.

- Se desiderate farlo vivere in casa, attenzione alla perdita di peli. Il mantello è morbido, di media lunghezza, doppio, e non è difficile da curare. Richiede una spazzolata, con particolare attenzione al fitto sottopelo. Se siete dei pignoli della pulizia, avere un Golden in casa richiede comunque un certo impegno. La maggior parte dei Golden perde pelo durante tutto l’anno, molto intensamente in primavera, malgrado un diligente lavoro di spazzola quotidiano.

- La maggior parte dei Golden ama l’acqua. Se c’è acqua vicino a casa vostra, il Golden si bagnerà, probabilmente si riempirà di fango, un‘attività divertente per il cane, ma frustrante per chi deve trasportarlo in automobile o farlo entrare in casa...

- Se volete un cane da guardia, non è certo il cane adatto. Malgrado la taglia e l’iniziale abbaio di allarme possano fermare un intruso, il tipico Golden è amichevole con tutti, gentile anche se può essere irruente.

- E’ poco aggressivo, e non ha in genere la tendenza a imporsi. Può però sfruttare a suo vantaggio le vostre debolezze: ottenere attenzione, bocconi quando vuole, grazie agli occhioni languidi. Proprio per la sua gentilezza e l’essere considerato un cane “buono” e “facile”, si tende spesso a sottovalutare l’importanza dell’educazione.

- Se isolato dal contatto umano o lasciato solo per troppo tempo, può esibire comportamenti sgraditi, può apparire troppo esuberante e con una scarsa attenzione verso l’uomo. Alcuni Golden hanno un atteggiamento “assente”, causato però sempre da carenze nel rapporto, e da una certa sensibilità.

TUTTI I LAVORI DEL GOLDEN
Tutti i Retriever, e soprattutto proprio il Golden e il Labrador, hanno dimostrato una grande adattabilità a compiti diversi da quello originario. Sono straordinari ausiliari per le persone impegnate nella protezione civile, nelle attività di ricerca di superficie, su macerie, su valanghe, nel soccorso in acqua, e hanno dimostrato particolari attitudini come cani da guida per ciechi, come cani da assistenza e nella pet-as-therapy.

In queste attività è infatti possibile sfruttare le attitudini selezionate nei cani da riporto: bassa aggressività verso i propri simili (utile per lavorare in squadra), concentrazione, persistenza, iniziativa, attenzione al conduttore, motivazione nella ricerca, bassa eccitabilità, confidenza e socievolezza. I Golden sono anche presenti nelle prove sportive di Agility, Obedience, e ovviamente, nelle prove di riporto.

LA SALUTE
Il Golden Retriever è un cane di taglia e proporzioni naturali, come tutti i Retriever. ha una vita media di circa 10-12 anni, ed è un cane atletico e resistente. Anche in questa razza però esiste una predisposizione genetica ad alcune patologie, come la displasia dell’anca. Altri problemi presenti nella razza sono le patologie oculari, cardiache, l’epilessia. Alcuni club richiedono certificazioni oltre che per la displasia, anche per la malattia di Von Willebrand, per la funzionalità cardiaca, con particolare attenzione alla stenosi subvalvolare aortica, e certificazioni annuali per le patologie oculari.

Tra i problemi più frequenti ci sono le allergie della pelle, che richiedono immediata attenzione veterinaria. Questi problemi possono variare da un mantello in cattive condizioni, opaco, untuoso al tatto, maleodorante o fragile, al prurito, fino agli hot spot e a ulcerazioni causate dal leccamento, il mordicchiamento o dall’azione delle unghie sulla pelle. Gli hot spot appaiono come delle zone senza pelo, umide e arrossate, delle dimensioni di una moneta o più grandi.
La malattia allergica più frequente è l’allergia causata dalla puntura delle pulci. La dermatite allergica da puntura di pulci è causata dalla reazione allergica alla saliva delle pulci. I cani hanno più probabilità di sviluppare l’allergia se hanno contatti sporadici con le pulci. Le manifestazioni cliniche dell’allergia da puntura di pulci sono date da lesioni pruriginose dorsali, con rarefazione del pelo e arrossamenti.

LE ORIGINI
La storia del Golden è legata a un lord inglese, il primo Lord Tweedmouth di Inghilterra e Scozia. Tra il 1835 e il 1890 seleziona una razza da riporto attraverso un complesso sistema di accoppiamento per linee di sangue. Le caratteristiche ricercate sono il temperamento amichevole, l’attitudine alla caccia e al riporto, la resistenza fisica e la predisposizione al nuoto. Nel 1856 acquista un retriever giallo di nome Nous, da un ciabattino di Brighton, Inghilterra. Nous è l’unico cucciolo giallo di una cucciolata di Wavy-Coated retriever neri. Marjoriebanks porta il cane in Scozia, dove dimostra ottime attitudini alla caccia.

Nous viene accoppiato con una femmina di Tweed Water Spaniel chiamata “Belle”. Ne nascono quattro cucciole, chiamate Ada, Primrose (primula), Crocus (croco) e Cowslip (primula gialla). Ognuna di queste cagne, in particolare Cowslip, viene utilizzata come base per lo sviluppo del Golden Retriever. Per fissare i caratteri desiderati, vengono introdotti di nuovo il Wawy Coated, Irish Setter e persino un Bloodhound color sabbia.
Nel 1908 la razza diventa accessibile al pubblico, e nascono diversi allevamenti. La razza è riconosciuta dal Kennel Club nel 1913 come Golden Retriever.

LO STANDARD
Aspetto generale. Cane armonico, attivo, potente, ben compatto nella sua andatura, di costituzione forte, con un'espressione decisamente di dolcezza. Caratteristiche. Docile, intelligente, disposto per natura al lavoro. Temperamento. Dolce, amichevole e sicuro di se. Testa e cranio. Testa ben proporzionata e ben modellata. Cranio largo senza appesantimenti. Bella attaccatura della testa alle spalle. Muso imponente, largo e alto. La lunghezza del muso è quasi uguale a quella del cranio, con stop ben marcato all'occipite. Il tartufo è nero. Occhi. Castani, ben distanti. Il bordo delle palpebre è scuro. Orecchie. Di taglia media e attaccate all'incirca al livello degli occhi. Mascelle. Le mascelle sono forti e potenti e presentano una articolazione a forbice perfetta, regolare e completa, vuol dire che gli incisivi superiori ricoprono quelli inferiori in un contatto stretto e sono ben impiantati a squadra rispetto alle mascelle. Collo. Di buona lunghezza, netto e muscoloso.

Arti anteriori. Le membra anteriori sono dritte, hanno una buona ossatura. Spalle oblique. Omoplata lungo e braccia di ugual lunghezza fanno si che gli arti anteriori, dal gomito al suolo, siano ben disposti sul corpo. I gomiti sono commisurati al corpo. Corpo. Ben equilibrato, reni corti, petto ben disceso nella regione dello sterno. Le costole sono ben scese e ben modellate. Linea superiore orizzontale. Arti posteriori. I reni e le membra posteriori sono forti e muscolosi. Le gambe sono solide e i grassetti sono ben angolati. I garretti sono ben discesi. I fusi metatarsici, visti posteriormente, sono in appiombo. I garretti non girano ne verso l'esterno ne l'interno. I garretti a mucca sono da scartare. Piedi. Rotondi, piede da gatto. Coda. Attaccatura al livello del dorso, raggiunge il garretto, non si arriccia all'estremità. Andatura - Movimento. Andatura energica, con molto slancio. Le membra anteriori e posteriori si spostano su un piano parallelo all'asse del corpo. La falcata è lunga e sciolta senza alcuna tendenza a toccarsi degli arti. Pelo. Il pelo è piatto o ondulato con buona frangiatura. Il sottopelo è fitto e impermeabile. Colore. Qualunque tonalità dal color oro al crema. Non deve essere rossiccio ne marroncino. Si ammette la presenza di qualche ciuffo bianco solo sul pettorale. Taglia. Altezza al garrese: maschio da 56 a 61 cm, femmina da 51 a 56 cm. Difetti. Ogni distacco da quanto menzionato in precedenza deve essere considerato come difetto che sarà penalizzato in funzione della sua gravità. Note. I maschi devono avere due testicoli, apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

altri articoli:
Golden, il bello dei Retriever
Golden: il mestiere del riporto